Registrati Ora!
Entra
Benvenuto su COORPI
luned, 27 marzo 2017 - 18:20
Condividi

SpettacoliBèjart Ballet Lausanne


Mozart, Freddie Mercury e la vita che esplode

Teatro Regio, 18-20 Luglio 2004 ore 20.30

Domenica 18, Lunedì 19 e Martedì 20 Luglio 2004 alle ore 20.30, nell'ambito di Torino Punti Verdi, l'iniziativa promossa dalla Città di Torino e realizzata dal Teatro Regio, torna a Torino il mitico Maurice Bèjart con la Compagnia che dirige dal 1987, il Bèjart Ballet Lausanne. In scena Le presbythère n'a rien perdu de son charme ni le jardin de son èclat, ovvero Ballet for Life, un successo di lungo corso nato nel 1997, su musiche di Wolfgang Amadeus Mozart e Freddie Mercury. I costumi sono di Gianni Versace.


Lo spettacolo è un inno al talento di Mozart, di Freddy Mercury e di Jorge Donn (il ballerino prediletto di Bèjart - e suo grande amore - morto di Aids come il cantante dei Queen), tre artisti strappati alla vita troppo presto, accomunati dal genio, dal fato e, specie post mortem, dalla popolarità. "I miei balletti - ha detto Bèjart in proposito - sono prima di tutto degli incontri: con una musica, con la vita, con la morte con l'amore... con degli esseri il cui passato e le cui opere rivivono in me, proprio come il ballerino che ero e che non sono più si reincarna ogni volta in nuovi interpreti che lo superano. Colpo di fulmine per la musica dei Queen. Invenzione, violenza, humour, amore, c'è di tutto".

Paura e ironia, senso di perdita e speranza si alternano in questo Presbythère: "Lo considero un balletto allegro e pieno di gioia, nè sinistro nè disfattista... Compito dell'artista oggi, in tempo di guerre civili e lutti, fondamentalismi e drammi, è donare bellezza, guardare al futuro" afferma Bèjart, che ha sempre amato, dal canto suo, gli incontri di culture, di storie, geografie, biografie, musiche e letterature. Nel suo Ballet for Life - che è anche il titolo del film che ne è stato ricavato - si alternano alcune delle più popolari greatest hits dei Queen (da Bohemian Rhapsody a It's a Beautiful Day, da I Want to Break Free a Radio Gaga) e grandi capolavori mozartiani (fra gli altri il Concerto per pianoforte K. 467 e la Musica funebre massonica). Alla fine appaiono magicamente sul grande schermo la silhouette e il volto tragico di Jorge Donn. Interrogato sui sentimenti che prova rivedendo ogni sera Donn, Bèjart rivela: "Non sono triste, anzi, mi sento felice nel ritrovare il miglior ballerino che io abbia mai avuto"; del resto, "in quella terra di nessuno dove tutti andremo un giorno, sono sicuro che Freddy Mercury suona il pianoforte con Mozart". E intanto scorre The Show Must Go On, come Mercury stesso cantò tante volte per la felicità dei fan.

Biglietti: numerati a ? 45, 35 e 22,50; riduzioni per abbonati Teatro Regio (10%), giovani fino a 25 anni e PassDanza (20%). Biglietti last minute con 20% di sconto e ingressi ? 15 in vendita un'ora prima dello spettacolo. Per informazioni, prenotazioni e acquisto: Biglietteria del Teatro Regio, piazza Castello 215 - Tel. 011.8815.241/242/270 - biglietteria@teatroregio.torino.it e sul sito del Teatro.

Torino, 29 Giugno 2004

Paola Giunti
Capo Ufficio Stampa Teatro Regio

Per ulteriori informazioni: Ufficio Stampa Teatro Regio - Tel. 011.8815.233/229

Prossimi Eventi

Non ci sono nuovi eventi