Registrati Ora!
Entra
Benvenuto su COORPI
venerd, 23 giugno 2017 - 12:21
Condividi

SpettacoliFocus 5 - BALLET DE L\'OPèRA NATIONAL DU RHIN

Appuntamento conclusivo del quinto Focus di Torinodanza dal titolo Musica del Corpo, realizzato dal Teatro Regio di Torino in collaborazione con Torino Settembre Musica: un'esplorazione del rapporto organico e strutturale tra partitura musicale e coreografia, tra suono e movimento.???

DANCE (1979)

coreografia di Lucinda Childs
musica di Philip Glass
film e dispositivo scenico di Sol LeWitt

Quando un dialogo si instaura tra un coreografo e un artista è generalmente attraverso l'incontro di un vocabolario comune nel quale la creazione plastica e sonora fa eco al movimento del ballerino e viceversa.
è il caso di Dance, creata dalla coreografa americana Lucinda Childs nel 1979 su musica di Philip Glass, e accompagnata da un film e da una scenografia dell'artista minimalista Sol LeWitt. Creata alla Brooklyn Academy of Music, Dance è oggi considerata come il vertice della danza postmoderna. Una coreografia che ha dato a Lucinda Childs il successo e la fama internazionale di cui ancora gode. La coreografa si serve del segno musicale ripetitivo di Philp Glass per far sprofondare lo spettatore in uno stato di trance, che lo porta in un lontano mondo interiore. Dance si compone di tre parti che alternano dei gruppi di ballerini e un solo. I ballerini si muovono attraversando il palcoscenico con passo leggero, punteggiato da salti, da corse e cambi di direzione. In un movimento perpetuo e senza interruzione

CHAMBER SYMPHONY (1994)

coreografia di Lucinda Childs
musica di John Adams

Dopo una prima collaborazione con John Adams per "Available light" nel 1983, Lucinda Childs decide di incontrare nuovamente il musicista americano nel 1994 per creare Chamber Symphony, una coreografia commissionata dalla Bayerisches Staatsoper di Monaco. In questo balletto bianco la Childs riflette sulla modernità del classicismo. Riprende l'opera musicale di Adams nella sua integrità, sfruttando a pieno le sue particolarità: il suo contrasto e le sue variazioni, il suo lirismo e il suo humour frenetico. Musica e danza vengono associate, si parlano e si rispondono. La danza èsemplice, leggera, fluida; si marcia, si salta, si corre, si scivola. I ballerini risplendono in questa coreografia rapidissima che non lascia loro alcun riposo. Non c'è narrazione ma solo ritmo, contrasto, variazioni... e il piacere.

TEATRO NUOVO
corso Massimo d'Azeglio 17, Torino
sabato 2 e domenica 3 ottobre, ore 21

Prossimi Eventi

Eventi del sito

sabato 24-giu-2017 -
domenica 25-giu-2017
domenica 02-lug-2017
luned 03-lug-2017 -
domenica 16-lug-2017
marted 04-lug-2017