Registrati Ora!
Entra
Benvenuto su COORPI
luned, 11 dicembre 2017 - 01:30
Condividi

SpettacoliLes Fables à la Fontaine

Piccolo Regio Laboratorio 2004-2005 ? ?

Trittico di fiabe danzate prodotto dalla compagnia parigina Petite Fabrique

Piccolo Regio Puccini, Mercoledì 2 Febbraio 2005 ore 21

Mercoledì 2 Febbraio 2005 va in scena in prima rappresentazione italiana Les Fables à la Fontaine, trittico di fiabe danzate prodotto dalla compagnia parigina Petite Fabrique e ispirato all´opera dello scrittore Jean de la Fontaine con le coreografie di Mourad Merzouki, Dominique Boivin e Dominique Hervieu.

La favola, si sa, è un genere antichissimo, che ha radici dalle radici della civiltà umana. è una forma popolare di filosofia, una precettistica alla mano, un antecedente (di qualche secolo) delle parabole evangeliche. Jean de La Fontaine ? il poeta più amato della Francia, che il prossimo marzo lo onorerà infatti con inesauribile affetto a trecentodieci anni dalla morte ? è da considerarsi come l´Ariosto della fiaba, che ha reinventato in dodici libri e con preziosi ricami fantastici, attingendo a storie preesistenti (da Esopo, da Fedro, dal Romulus medioevale, dai favolisti rinascimentali e persino dall´indiano Libro dei lumi), attento forse più alla forma che allo scopo morale peculiare della fiaba: quello di smascherare, tra i cani servili e i fieri lupi, le poche virtù e i molti vizi del mondo.


E "poichè il mondo è vecchio, ma sempre ancora lo si dovrà divertire come un bambino" (come ha scritto proprio La Fontaine nel Potere delle favole), sarà un´incommensurabile piacere gustare tre delle più deliziose fiabe di tutti i tempi ? Il corvo e la volpe, Il leone e il topo, La canna e la quercia ? trasformate in coreografie da altrettanti giovani autori francesi contemporanei. Lo spettacolo, fin dal debutto, un anno fa, al Thè?tre National de Chaillot a Parigi, ha riscosso un successo incredibile: dopo più di duecentocinquanta rappresentazioni in tutto il mondo, compreso il Giappone, in patria è stato ospite di riguardo dell´ultima Biennale de la Danse di Lione e, nelle vacanze di Natale, della blasonata Opèra Bastille di Parigi.

Nella vastissima Comèdie animalière di La Fontaine, tra le sue tante pagine amabili e argute in cui brillano con singolare anarchismo generosità e bellezza, giustizia e pietà, accadde che Mourad Merzouki (direttore della compagnia K?fig) si sentisse baciato in fronte dalla morale de La canna e la quercia, che esalta l´apparente fragilità del cedevole e umile arbusto e fa volare via, con le radici e le fronde imponenti, l´albero-simbolo della solidità più massiccia e orgogliosa di sè. Dominique Boivin, dal canto suo, ha reinterpretato Il leone e il topo utilizzando il registro della commedia e del burlesco per narrare la fiaba del topo che salva il leone (che non lo ha mangiato) rosicchiando pazientemente la rete che a tradimento lo ha intrappolato. La scelta della danzatrice e coreografa Dominique Hervieu è invece caduta su Il corvo e la volpe, che le ha suggerito ? in ossequio alla polifonia del mondo, da sempre globalizzato nella vanità e nell´adulazione ? di tradurre in quindici lingue i versi nobili e brillanti, volgendoli in danza alla sua maniera, ludica, immaginifica e cesellata.

Il posto unico per lo spettacolo, al costo di ? 7,50, è in vendita presso la Biglietteria del Teatro Regio, piazza Castello 215 - Tel. 011.8815.241/242/270 (da martedì a venerdì 10.30-18; sabato 10.30-16) e la sera dello spettacolo dalle ore 20 presso la biglietteria del Piccolo Regio. Lo spettacolo fa inoltre parte del progetto Al Regio in famiglia, che prevede l´ingresso gratuito per ogni giovane fino a 16 accompagnato da una o due persone adulte alle quali è riconosciuta una riduzione del 10% circa. Informazioni: tel. 011.8815.557; info@teatroregio.torino.it; www.teatroregio.torino.it.

Torino, 23 Dicembre 2004

Paola Giunti
Capo Ufficio Stampa

Prossimi Eventi

Eventi del sito

mercoled 13-dic-2017
sabato 16-dic-2017