Registrati Ora!
Entra
Benvenuto su COORPI
venerd, 28 aprile 2017 - 19:54
Condividi

PubblicazioniIl teatro possibile. Linee organizzative e tendenze del teatro italiano

Questo libro si propone di descrivere e interpretare l'organizzazione del teatro italiano e individuarne possibili evoluzioni e linee di tendenza. Pur in una situazione economica e organizzativa estremamente precaria, in un quadro di perenne instabilità normativa la nostra scena dà continui segni di vitalità, tanto a livello artistico che imprenditoriale.


Pratiche e idee originali mostrano possibili sbocchi e vie d'uscita, una creatività organizzativa che, ferma restando la necessità dell'intervento pubblico, può contribuire a far uscire il teatro di prosa, soprattutto la componente più giovane, dalle secche di una visione assistita.

L'album che presentiamo fotografa molte realtà. Nella prima parte mettiamo a confronto gli assetti istituzionali con i cambiamenti in atto nelle aree metropoltane, analizziamo le politiche del teatro e le prospettive legislative, e una serie di problemi e aspetti su cui si gioca il rinnovamento del settore (nuovi mercati, finanziamenti, tecnologie). Inoltre, grazie all'apporto fondamentale di Michele Trimarchi , analizziamo una serie di Buone pratiche , che possono prefigurare il ridisegno dell'assetto economico.

La seconda parte approfondisce tre modi di gestione molto diversi fra loro che toccano l'area dell'impresa, istituzionale e dell'autogestione, e che accostiamo nella convinzone possano offrire indicazioni positive all'evoluzione del teatro italiano. I tre studi, arricchiti dall'analisi di casi, riguardano la fusione fra soggetti teatrali (con un'approfondimento del caso Elsinor), la realtà e le prospettive dei Circuiti teatrali regionali (col caso AMAT, il circuito marchigiano), e la funzione attuale dei centri sociali occupati e autogestiti, in un confronto fra Roma e Milano (e i due casi Rialto Sant'Ambrogio e Torkiera).

Mimma Gallina ha iniziato ad occuparsi di teatro nel 1972 con il Gruppo della Rocca. Ha successivamente curato festival e progetti internazionali direttamente e con Emmecinque-servizi per lo spettacolo. Dal 1991 al 2001 è alla direzione di Mittelfest, e più recentemente, con funzioni direttive o di consulenza per AstiTeatro, Castel dei Mondi (il festival multidsciplinare di Andria e Castel del Monte) e il festival-laboratorio Pergine Spettacolo Aperto. Ha diretto il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia di Trieste ha collaborato con il teatro Metastasio di Prato-Stabile della Toscana ed è consulente del Centro Culturale Santa Chiara di Trento. Da molti anni si dedica anche all'insegnamento dell'organizzazione teatrale presso la Scuola d'Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano, Ha tenuto corsi regolari presso le Università di Roma 1, Prato (Progeas), oltre a cicli di lezioni presso le Università Cattolica e Bocconi di Milano, Pisa e centri di formazione in diverse città italiane. Dal 2003 insegna Teoria dell'Impresa Culturale al corso di specializzazione TARS di Venezia/Ca' Foscari. Ha pubblicato Organizzare Teatro , FrancoAngeli 2001, giunto ormai alla 5a ristampa, e Teatro di Stato, Teatro di Impresa , Rosemberg & Sellier, Torino 1989. Nell'ambito dell'attività pubblicistica si segnala in particolare il dossier in due parti "Retroscena: il teatro nell'era Berlusconi" ( Hystrio , 1/2004 e 2/2004).

Indice:


Oliviero Ponte di Pino, Prefazione
Introduzione
Parte I. Tendenze, Politiche, Buone Pratiche
L'organizzazione del teatro italiano
. Foto di gruppo e album metropolitano
(Categorie e gerarchie; Album metropolitano; Le molte anime del cambiamento)
Le politiche del teatro
(Teatro e Stato. Per inquadrare il problema; Il teatro ai tempi del governo Berlusconi; Il FUS 2003. Criteri e casualità nella spesa per il teatro di prosa; ZOOM sui settori; 2004: indietro tutta, siete troppi; Stato/Regioni. Una questione di Costituzione; La ragion pratica delle Regioni)
Vecchi problemi. Vecchi e nuovi mercati
(Pubblico e mercato; Mercati nuovi riscoperti o rivalutati; La dimensione europea; Precari da sempre: lavoro e teatro; Sponsor e fondazioni bancarie; "Vocazione industriale" del teatro?)
Mimma Gallina, Serena Deganutto, Michele Trimarchi, Le buone pratiche: un progetto open aouce per il teatro
(Una banca delle idee per un nuovo teatro; Il teatro italiano fra mercati e botteghe: verso il ridisegno dell'assetto economico)
Parte II. Pubblico, privato, alternativo: esperienze e casi
Franco D'Ippolito, Mimma Gallina, I circuiti teatrali regionali
. Una funzione da riscoprire tra servizio e promozione 8con il caso AMAT)
(Le origini. I circuiti teatrali regionali, qualcosa di nuovo nel sistema distributivo; I circuiti oggi: promozione e formazione; La ricerca: metodi ed obiettivi; Il questionario; Il caso AMAT. Dalla distribuzione alla "coproduzione leggera"; La necessità del cambiamento)
Claudio Autelli, Mimma Gallina, Funzioni fra soggetti teatrali. Storie teatrali, storie aziendali
(Precedenti illustri. Scissioni e fusioni: quasi una tradizione; Storia recente. Napoli-Milano; Fusioni e Ministero: incentivi e pentimenti; L'operazione di fusione tra aziende; Disciplina giuridica della fusione; Effetto regolamento; Un organismo teatrale inter-regionale. Il caso Elsinor; Per concludere)
Anna Chiara Altieri, Erika Manni, Mimma Gallina, Il teatro nei centri sociali fra alternativa e nuovo mercato. Milano e Roma a confronto (Metodi e oggetto della ricerca; Milano; Roma; Csoa. Presente e futuro)

?


GALLINA MIMMA

Il teatro possibile.Linee organizzative e tendenze

Franco Angeli, Milano 2005, pp.380 , cm.23x15,5, ISBN 8846465997

www.francoangeli.it

Prossimi Eventi

Eventi del sito

venerd 28-apr-2017 -
sabato 29-apr-2017

sabato 29-apr-2017
luned 01-mag-2017 -
domenica 14-mag-2017
gioved 04-mag-2017
sabato 06-mag-2017
mercoled 10-mag-2017
sabato 27-mag-2017