Registrati Ora!
Entra
Benvenuto su COORPI
mercoled, 23 agosto 2017 - 11:47
Condividi

Fuori dal TerritorioAltroquando - Evoluzioni della contemporaneita\' siciliana

Dicembre 2006

In AltroQuando entri e non sai dove sbuchi. E´ il negozio del tempo altro, delle dimensioni parallele. Tiziano Sclavi l´ha nascosto tra le vie londinesi per l´indagatore dell´incubo. A noi hanno pensato gli artisti Maria Arena, Alessandra Luberti, la "Liacos" - Libera Associazione Coreografi Siciliani, e Majazè, polo artistico e culturale della città di Catania.


Tra percezione estetica e sinapsi emotiva. La danza sarà al centro di un sottile gioco di ruolo tra pulsare scenico e sentire domestico. L'intimità del vivere, il fruirne pubblico dell'esperienza condivisa. Al confine tra video, movimento, parola e suono, la miscela ci condurrà tra i linguaggi schiacciati dell´arte di ricerca, per tre viaggi lungo il magma performativo della drammaturgia contemporanea. Ingredienti della rassegna: contaminazione e sicilianità. Corpo. E sonoro, video, scrittura, fotografia, installazione. Su una mappatura partecipata a base di uomo. L'evento, la cui direzione artistica è di Emma Scialfa, inaugura con la live improvisation Fra le mura (2-3 dicembre) della videomaker Maria Arena. Presentata alla "Triennale di Milano" nell'ambito del festival "Passepartout" e in "Fermate estemporanee", la videoinstallazione ospita per l'occasione la poetessa Rosaria Lo Russo, le danzatrici Alessandra Contarino, Elena Rosa e la stessa Emma Scialfa che ne firma le coreografie. A seguire, l'appuntamento è con AngeloXCristiano (9-10 dicembre), un omaggio alla fotografa Francesca Woodman. Spettacolo che oltre alla partecipazione di un folto numero di figure strategiche per l'elaborazione artistica del progetto di Alessandra Luberti, vanta, accanto alla produzione della "Cooperativa teatrale Dionisio", la coproduzione dell'"Officina Ouragan", di "Majazè", e il sostegno della Regione Sicilia. La data conclusiva è di Interno danza *2 (16-17 dicembre), e vede la "Liacos" alle prese con estratti del suo bagaglio propulsivo. Parallelamente è previsto uno spazio di formazione e confronto per danzatori, attori e performer, articolato in sette masterclass di tre giorni, condotte dai coreografi. Ai palati curiosi il ludico indagare.


Programma

FRALEMURA
video, danza, poesia, musica
3 DICEMBRE ore 21
Ideazione e Videoinstallazione Maria Arena
Voce Rosaria Lo Russo

FRALEMURA nasce da una videoinstallazione della videomaker Maria Arena che ha per tema la decostruzione e il crollo. Con questa "live improvisation", l'autrice propone un' interazione intorno alla videoinstallazione tra performers, musicisti e poeti. FRALEMURA è stato presentato a Milano alla Triennale nell'ambito del Festival 'Passepartout' in collaborazione con Roberto Castello (coreografie) e Antonello Cassinotti (voce) e in 'Fermate estemporanee' Esterni con Cristina Negro (coreografie) e Filippo Monico (batteria). A Majazè saranno coinvolti Rosaria Lo Russo, Emma Scialfa, Alessandra Contarino, Elena Rosa, Maria Arena.


ANGELO X CRISTIANO
spettacolo di teatro danza
8 e 10 DICEMBRE ore 21

dedicato a Francesca Woodman
Ideazione e Coreografia Alessandra Luberti
Collaborazione Artististica Claudio Collovà
Interpreti Alessandra Luberti, Simona Malato
Disegni Animati Elisabetta Zenzola
Musiche Four Tet, Kim Horth?y , John Surman, Lou Reed, Led Zeppelin
Produzione Compagnia Esse p.a., Coop. Teatrale Dioniso
Coproduzione Officina Ouragan, Majazè Magazzino Culturale
Mixer Video Peppino Sciortino
Foto di Scena Dario Guarneri
Organizzazione Roberta Milazzo
Con il sostegno della Regione Sicilia Ass. ai Beni culturali, ambientali e pubblica istruzione

"Io vorrei che le mie fotografie potessero ricondensare l'esperienza in piccole immagini complete, nelle quali tutto il mistero della paura o comunque ciò che rimane latente agli occhi dell'osservatore uscisse, come se derivasse dalla sua propria esperienza." F. Woodman
Angelo x Cristiano è una fotografia di Francesca Woodman a cui dedico questo lavoro. Una fotografa americana che verso la fine degli anni '70, dai suoi quattordici ai suoi ventidue anni, ebbe un'intensissima attività creativa prima di porre fine alla sua vita. Nelle sue immagini il corpo ci appare in quelle geometrie interiori che lo definiscono in una mappa segreta, di cui emergono frammenti, piccole tracce scollegate. Scopro, nelle fotografie della Woodman, quel rapporto tra spazio, luce e movimento che distrorcendo le forme, cancellandole, le rende paradossalmente intense. Le sue immagini riproducono la visibilità del sentimento della paura, l'ansietà di stare al mondo. Cerco di ritrovare attraverso il corpo quell'enigma esistenziale che si rivela nelle sue fotografie attarverso la profondità dell'immagine. Questo enigma ha a che fare con la profondità psichica che muove ogni comportamneto. Quello che m'interessa è la paura della scomparsa che lei sembra tanto esorcizzare attraverso i suoi autoscatti. Affascinata dai limiti e dai confini, il lavoro della Woodman testimonia il momento precario tra l'adolescenza e l'essere adulti, fra l'esistenza e l'ultima scomparsa, la morte. Il punto di partenza del lavoro è il silenzio del corpo, la sua condizione nello spazio vuoto, prima della comparsa degli oggetti con la loro quiete minacciosa.
Alessandra Luberti

PERFORMANCES DEI COREOGRAFI LIACOS (Libera Associazione Coreografi Siciliani)
Un confronto aperto con il pubblico catenese per proporre le opere e le intenzioni dei coreografi Liacos.
17 DICEMBRE ore 21,00

LIACOS è l'unione di coreografi operanti sul territorio siciliano. L'elemento che li accomuna è il loro campo d'indagine: la danza contemporanea di ricerca, intesa come esplorazione dei linguaggi corporei, in relazione a tutte le componenti del fare performativo (drammaturgia, regia, scenografia, musica, arti visuali, filosofia). L'associazione è sostenuta da coreografi/danzatori che hanno studiato e lavorato in Italia e all'estero, che si dedicano alla creazione dei propri spettacoli e a progetti di formazione. Ognuno di loro è portatore di una poetica personale e di un personale modo di dargli forma. LIACOS diventa un ponte fra la specificità individuale e la molteplicità, attraverso il confronto, la discussione e la collaborazione, che introducono ulteriori necessità e punti di domanda.
L'unione d'intenti e la loro collaborazione nascono dal desiderio di stimolare un movimento culturale sul territorio, al fine di favorire una politica della danza orientata non solo allo scambio trasversale con le altre arti e alla contaminazione culturale, ma anche al rapporto con la polis intesa come comunità d'appartenenza.

18-19-20 DICEMBRE MASTERCLASS_3 giorni di workshops condotti dai coreografi LIACOS
LIACOS intende sviluppare progetti inerenti la formazione, produzione e distribuzione di attività artistiche attraverso l'organizzazione di spettacoli, rassegne, videoproiezioni, seminari, residenze di creazioni, meetings, convegni, congressi, tavole rotonde, eventi su tutto il territorio.
A tal fine LIACOS è aperta alla collaborazione con altri artisti che ne condividano gli obiettivi. Allo stesso modo ritiene fondamentale lo scambio con altre simili reti a livello nazionale e internazionale, per dare maggiore visibilità a quest'arte e stabilire un rapporto concreto con le istituzioni che ne supportino il suo valore socio-politico-culturale.

Info:

Majazè - Magazzino culturale
Via Ursino, n? 6 - 95131 - Catania, Italia
Tel. 095 7477052 www.majaze.it
?info@majaze.it

Prossimi Eventi

Non ci sono nuovi eventi