Registrati Ora!
Entra
Benvenuto su COORPI
domenica, 26 marzo 2017 - 22:47
Condividi

ApprofondimentiPersonaggi: Paolo Mohovich

Nell´aprile del 1999, Paolo Mohovich,? ex?danzatore di Victor Ullate e del Balletto di Toscana,?lasciava la Spagna e tornava in Piemonte, seguito da un gruppo di danzatori, di cui?sei spagnoli e?una francese, tutti fuoriusciti, insieme a lui, dal Balletto di Saragoza.

A Fossano, nel cuore profondo della provincia "granda", gli otto fondavano?(con notevole coraggio e il conforto delle medaglie ottenute nel 1995? e 1997 a Parigi, al prix Volinine di Coreografia),?il Balletto dell' Esperia, da subito riconosciuto come compagnia di danza?contemporanea "formalista", dalla tecnica eccellente, plasmata?su nuove variazioni?del linguaggio accademico, e?in grado di disegnare nello spazio forme e movimenti fluidi, privi di stereotipi manieristicamente?ripetitivi: qualità?queste davvero??rare nella produzione coreografica post-minimalista dei coreografi italiani quarantenni.?.?

Da quel momento, Paolo Mohovich ha tralasciato spesso la danza per dedicarsi alla coreografia e alla direzione artistica: con esiti eccellenti e inviti ripetuti dalla Miami Contemporary Dance Company. In?pochi anni?il BDE può disporre di?un ampio repertorio di brani, caratterizzati?da uno strettissimo e paritario rapporto tra? musica e danza,???

Alcuni balletti?creati da Mohovich hanno trame e passi?leggeri,?come il quintetto?Shadow dances su musica di Strawinsky, dove la ricerca estetica del coreografo,?stilizzata dai costumini bordeaux di Germana Landolfi maliziosamente sgambati, si è?ispirata? alla danza del primo Novecento e,?segnatamente,? all' ecclettismo musicale di Strawinsky: con il?risultato di una danza pura,?onnivora e mimetica, "coreofaga" quanto la musica di Strawinsky è "musicofaga".?

A volte, come?nel trio Sinuosus su musica di Johannes Brahms, la danza di Mohovich è sintetica come?un haiku, poetica ma, a?tratti, anche elegantemente spigolosa.

In Sinuosus??Mohovich declina?le mille e una possibilità implicite nel titolo: corpi sinuosi appunto,?esercizi pittografici??giocati? in rapida successione con le possibilità infinite del gesto, evitando per lo più le?tentazioni narrative. Un genere, questo, che Mohovich ha impiegato?solo tre volte:?per Josephine Baker?e per Il senso di Smilla per la neve, due lavori?che non?annoveriamo tra?i?suoi migliori. Mentre il terzo, Butterfly/Anima di seta, è un balletto straordinariamente riuscito, elegante, incisivo, molto lodato dal pubblico e dalla critica.?In?ogni suo balletto Mohovich?riesce a?trasmettere sensazioni e riflessioni,?anche quando? si tratta di una danza del tutto astratta. Una dote che Shadow Dances e Sinuosus hanno in comune con altri suoi?brani recenti, come? Metamorfosi Notturne, superba creazione su musica di Gyorgy Ligeti?di un eccellente danzatore?neo-coreografo, Eugenio Scigliano.??

Altri balletti di Mohovich, come ad esempio Distillate Manovre, sono costruiti con humour?e geometrie balanchiniane; altri ancora, sono incisivi come figure picassiane,?ed è il caso di Danza sulla pelle del Toro, dedicato alla Spagna.??

Tutti? i suoi balletti sono "naturalmente" plastici e, all' apparenza, sembrano composti?con?assoluta facilità, all' interno del linguaggio classico, ma?riorganizzato in modo diretto e pulsante.

Oltre alle predominanti coreografie di Mohovich, la Compagnia, che oggi annovera ballerini?italiani, francesi, spagnoli e argentini,?danza anche Steptext di Forsythe.?E' la?seconda?compagnia in Italia, oltre l'Aterballetto, ad avere il permesso di danzarlo: lo ha?messo in scena al Teatro Carignano di Torino nell'ottobre 2002, in occasione della serata dedicata alla coreografa maestra di Mohovich,?Sara Acquarone.?Tra i coreografi che hanno composto per la Compagnia, fin dai primi momenti, c'è Inmaculada Rubio, un' interessante autrice?free-lance, che crea?per lo Scapino Ballet e tiene corsi di scrittura coreografica per i danzatori di Forsythe?(suo è?l'??elegantissimo?brano Trasparenza). Anche Laura Corradi ha coreografato per il BDE:?il suo balletto Rosa antracite è in repertorio da un anno e mezzo.?Così? Hervè Costa, autore del balletto l' O,?su musica di Arvo Part, bella prova in prima assoluta di cui è anche interprete,?assai efficace, con ?Sara Sanguino.?

Dall' ottobre 2006, il ?Balletto dell' Esperia?lavora "en rèsidence" presso il MAS-Juvarra,?attualmente alloggiato negli spazi suggestivi della Cavallerizza Reale, in attesa della sede definitiva, al Rettilario dell' Ex Zoo.

Claudia Allasia

L´articolo è pubblicato sul numero di aprile della rivista Sipario

Prossimi Eventi

Non ci sono nuovi eventi