Registrati Ora!
Entra
Benvenuto su COORPI
mercoled, 29 marzo 2017 - 05:13
Condividi

SpettacoliNel Centenario della nascita...

Nel Centenario della nascita...? s' intitola così lo spettacolo dedicato al ballerino statunitense di origini messicane Josè Limòn, forse il più grande coreografo della seconda generazione di "modern dance", autore di?alcuni dei grandi capolavori della danza americana,? e ideatore di una propria tecnica di danza che dagli Stati Uniti si è diffusa nel mondo intero.


Nell' interpretazione della Limòn Dance Company, l' ensemble di fedelissimi che?mantiene vivo il?suo?leggendario repertorio, Nel Centenario della nascita... è l' appuntamento più importante della stagione di danza dell' intero Piemonte ed è in scena?sta sera (lunedì 2 aprile) alle ore 21??al Teatro Alfieri di Asti, ospite?del cartellone diretto da Loredana Furno.

Oltre ai brani del carismatico creatore, l' attuale direttrice artistica, Carla Maxwell,?ha scelto?alcune coreografie di Lar Lubovitch e di Doris Humphrey, una delle più eminenti?figure della danza americana del Novecento: straordinaria danzatrice?e ideatrice di un particolare?approccio al movimento basato sulla relazione tra il corpo e la gravità e l´uso del peso, è stata negli anni Trenta?insegnante di Limòn e co-fondatrice, con lui, nel 1946, della?Limòn Dance Company.

"?In programma,?dice l' ex danzatrice Carla?Maxwell, non può mancare?il capolavoro del repertorio Limòn, The Moor' s Pavane,? del 1949,? su musica di Purcell". La famosissima? vicenda di Otello è stata? teatralizzata da Lìmon con una scrittura?fortemente drammatica,?che utilizza i modelli formali della "modern" accanto alle antiche forme di danza popolare e cortigiana, in particolare la pavana, dall'? eleganza severa e contenuta.

"Per celebrare il genio coreografico dei nostri fondatori? Humphrey?& Lim?n -?spiega la direttrice Maxwell - ho scelto infatti alcuni lavori della prima decade della Compagnia?(oltre la Pavana c' è anche?Day on Earth)?ma li ho affiancati a lavori?del periodo più maturo, come Suite from A Choreographic Offering e Dances for Isadora, Psalm e The Unsung. E per completare questo repertorio di?capolavori e mostrare il legame tra tradizione e contemporaneità,?ho aggiunto Transfiguration di Susanne Linke. Inoltre -?conclude?la Maxwell -?vorrei far sapere al pubblico che questo enorme corpo di lavoro si può?tramandare solo?grazie a quelli che hanno danzato, insegnato e passato il testimone della?propria esperienza".

Claudia Allaisa

Prossimi Eventi

Eventi del sito

sabato 01-apr-2017
sabato 15-apr-2017