Registrati Ora!
Entra
Benvenuto su COORPI
venerd, 15 dicembre 2017 - 20:36
Condividi

FormazioneT.URBANO.2 - tecniche e strategie per un teatro urbano inedito


Onda Teatro promuove anche per la stagione 2008/2009 un laboratorio teatrale di formazione e produzione sulle tecniche e le poetiche del teatro urbano.
Il laboratorio è rivolto a giovani attori/attrici e danzatori/danzatrici professionisti e non, che vogliono esplorare le possibilità espressive di un teatro che ha come tematiche e come spazio scenico la città. "T.URBANO.2" prosegue un percorso di ricerca nato da un´esperienza triennale di Teatro Sociale ? attraverso la metodologia del Teatro Urbano - nel quartiere Falchera di Torino e che è proseguita con la prima edizione del progetto "T.URBANO" nella scorsa stagione, alla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Torino.
L'esperienza di T.URBANO ha coinvolto giovani artisti (attori, danzatori e musicisti), professionisti e non, in un laboratorio che attraverso la prima fase di formazione ha dato vita alla produzione di una performance. Punto di partenza per i giovani artisti è stato l´interrogarsi sulle proprie aspirazioni, le ansie, i desideri, le tensioni nei confronti del mondo contemporaneo e della società in cui vivono.
"Scalette mobili", perfomance di Teatro Urbano, ha preso forma a partire dall´esplorazione degli aspetti tecnici specifici del teatro urbano e da momenti di improvvisazione e scrittura scenica, ed è stata replicata due volte durante la dodicesima edizione del "Festival di Teatro per le Nuove Generazioni", negli spazi "urbani" che circondano la Casa del Teatro Ragazzi e Giovani.

La seconda edizione del progetto intende approfondire ulteriormente gli aspetti performativi legati alla città: città come spazio scenico, aperto, e città come spazio vissuto da ognuno, interiore.
T.URBANO.2 significa esibirsi in strada o in una piazza: agire con la luce naturale, i rumori, gli odori, il passaggio di persone o cose, gli imprevisti e tutto ciò che accade normalmente ad una determinata ora del giorno o della notte in un luogo cittadino.
Utilizzare la parola nel teatro urbano, vuol dire servirsi della voce in un modo appropriato alla situazione nella quale si agisce. La drammaturgia, creata durante il percorso di lavoro, connotata da caratteristiche specifiche, sarà fruibile da un pubblico che si trova in una situazione diversa dalla consueta sala teatrale. Usare il gesto e la danza significa utilizzare un´energia e una tensione che occupano lo spazio, lo invadono, lo riempiono.
Nella seconda fase del laboratorio, si lavorerà sulla composizione drammaturgica delle azioni e dei testi creati nelle improvvisazioni individuali e collettive per arrivare, infine, alla struttura della performance.

Il progetto, ideato e curato da Bobo Nigrone, direttore artistico di Onda Teatro, prevede durante il percorso formativo, due stage intensivi con artisti esperti nel campo del teatro e della danza contemporanea.
Il primo stage, sul lavoro dell´attore, sarà a cura di Maurizio Schmidt, attore, regista teatrale e direttore della scuola d´Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano. Il secondo, che metterà al centro il lavoro sul corpo, sarà condotto da Roberto Cocconi (direttore artistico, coreografo e danzatore) e Luca Zampar (coreografo e danzatore) della compagnia di danza contemporanea Arearea di Udine.

L'esperienza è finalizzata alla produzione di almeno due "uscite" o performances da realizzarsi nell'ambito di importanti manifestazioni teatrali cittadine che si svolgeranno tra aprile e giugno 2009.

Info
tel. 011.19740290 - fx 011 197.40262 (orario ufficio 9:30/13:00 ? 14:00/17:30)
info@ondateatro.it - www.ondateatro.it

Prossimi Eventi

Eventi del sito

sabato 16-dic-2017