Registrati Ora!
Entra
Benvenuto su COORPI
sabato, 29 aprile 2017 - 05:36
Condividi

SpettacoliLa Dimora Coreografica. Due serate al Teatro Nuovo

Raffaele IraceMercoledì 13 e giovedì 14 maggio alle ore 21 due serate dedicate alla danza e alla coreografia al Teatro Nuovo di Torino all’interno della rassegna per le Scuole di danza Agon 2009.

La Dimora Coreografica, progetto innovativo sostenuto dalla Regione Piemonte, si è posta come obiettivo la realizzazione di una sorta di “casa” in grado di ospitare progetti coreografici e coreografi di differenti stili, legati dalla comune esigenza di un luogo specifico adatto alla “creazione di movimento”. Dal 2008 Raffaele Irace è entrato ufficialmente come coreografo residente della Dimora Coreografica ; il 13 maggio la Dimora Coreografica presenta la serata dal titolo Oltre mo(n)do;

il primo pezzo dal titolo Badly addicted, su coreografie di Raffaele Irace e musiche di Faultline e Arvo Part esprime attraverso il corpo dei due danzatori il desiderio di esserci, di partecipare nello spazio ad un gioco di interazioni. Questa interazione diventa irrinunciabile creando dipendenza. È una dipendenza dallo spazio che occupiamo, dalle persone che amiamo con le quali condividiamo e rinnoviamo ogni giorno la vita come rituale. Una dipendenza alla vita e il timore della perdita.Il secondo pezzo dal titolo Nerodinamico è una ricerca per racchiudere due linguaggi coreutici diversi ma affini: la danza contemporanea e la danza africana. L’assolo, interpretato da Giulia Ceolin esprime lo sviluppo di un percorso; Partendo da uno stato di allerta fisica, esplosiva, che indaga lo spazio interiore in maniera dirompente, la danza arriva ad un momento di riflessione, completandosi in un semplice gesto di quiete densa.Chiude la serata la coreografia Beautiful Screensaver di Raffaele Irace presentata per il Progetto interregionale ‘Spazi per la danza Contemporanea’ anno 2008, sostenuto dalla Regione Piemonte e dall’ETI il 2 aprile alla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Torino: un soffio, un'idea, un desiderio, sono l'inizio di tutto. Tra suoni e colori il movimento è fluido come il divenire, oppure repentino come un cambiamento improvviso, una rottura. Atmosfere metalliche si alternano ad altre calde come un abbraccio, esprimendo una contrapposizione tra una realtà imposta, subita, ed una invece nata dal desiderio.

Il 14 maggio la compagnia Piemontese SoArt Group diretta da Cristiana Valsesia, presenta Lo spettacolo Nibiru che nasce dalla rielaborazione creativa del precedente e pluri rappresentato Dinamikenergie, (uno studio sulle corrispondenze tra piani energetici fisici ed emotivi) con l’integrazione della componente luminosa, che ne diviene parte scenografica attiva ed in movimento essa stessa. L’intento e’ quello di comprendere tra i linguaggi espressivi dello spettacolo una gamma più allargata di forme di energia, dalle più grevi, terrene e concentrate dei corpi fisici danzanti, alle più rarefatte ed impalpabili degli oggetti scenografici luminosi, con cui le interpreti dialogano.
La relazione tra i passaggi coreografici ed i cambi di cromia luminosa diviene molto stretta e reciproca, in alcuni quadri realizzando un immagine piuttosto astratta, quasi a mettere in gioco vibrazioni irradiate da fonti energetiche più sofisticate ... “altre” ed originate da uno stesso nucleo, che oseremmo definire, “cosmico”.Il tessuto musicale scelto per lo spettacolo,si arricchisce in alcuni momenti , di particolare accento emotivo, con la presenza del canto lirico di una soprano, la voce umana gioca e improvvisa suoni liberamente , sovrapponendosi al silenzio o agli accordi musicali, sintonizzandosi o imponendosi in un dinamico contrappunto.Come per Dinamikenergie l’elemento scenografico viene agito in contemporanea allo svolgersi della coreografia, dispiegando vere e proprie azioni sceniche che ne formano e deformano lo stato: lo stesso fondale danza, respira e reagisce con intensità a quello che accade davanti , sul palco, vivendo di luce propria.
 
….. e nel foyer ….
 
ULIVIMMORTALI
Giano dell’Umbria e le sue piante d’argento
Mostra itinerante che racconta in immagini, suoni, danze una terra da scoprire. Fotografie di Ernesto de Matteis
Perforamance di danza del Laboratorio Coreografico diretto da Alessandra Bentley, Mariachiara Raviola, Elena Angeli.
Danzatrici: Andrea Bacilieri, Alessandra Carè, Grazie Esposito, Stefania Sandri.
 
Progetto La Dimora Coreografica
Via San Marino 89/14 - 10137 – Torino Tel.011.3202771
 
TEATRO NUOVO- C.so Massimo D’Azeglio, 17
informazioni e prenotazioni tel: 011.6500205
 
 

 

Prossimi Eventi

Eventi del sito

venerd 28-apr-2017 -
sabato 29-apr-2017
sabato 29-apr-2017
luned 01-mag-2017 -
domenica 14-mag-2017
gioved 04-mag-2017
sabato 06-mag-2017
mercoled 10-mag-2017
sabato 27-mag-2017