Registrati Ora!
Entra
Benvenuto su COORPI
sabato, 29 aprile 2017 - 05:48
Condividi

SpettacoliPROSPETTIVA09/festival d’autunno

Sarà Prospettiva09 il prologo della Stagione del Teatro Stabile di Torino. Teatro, danza, musica, arte e politiche si intrecceranno a Torino dal 18 ottobre all’8 novembre 2009 in un festival autunnale che, nella sua dimensione progettuale, proporrà uno sguardo d’insieme sulle diverse forme della creazione contemporanea, in una panoramica capace di offrire multiple possibilità interpretative e di rifiutare ogni rigida codificazione. «Con Prospettiva09 - afferma Mario Martone, Direttore del Teatro Stabile di Torino - aggiungo un tassello chiave alla mia direzione dello Stabile di Torino. Lo scorso anno abbiamo dedicato un’intera stagione del Gobetti alla nuova drammaturgia italiana, abbiamo aperto la scuola alla danza e alla recitazione per cantanti lirici, non poteva e non doveva mancare lo spazio dedicato al teatro contemporaneo e alla ricerca. 


Ha preso via via la forma di una rassegna autunnale, realizzata in sintonia con Torinodanza, Sistema Teatro Torino, Artissima e Club to Club: ora spero che diventi un appuntamento fisso dello Stabile di Torino, un vero e proprio festival d‘autunno. Dedichiamo la prima edizione di Prospettiva a Pina Bausch, di cui gli spettatori torinesi hanno potuto vedere, nella nostra stagione appena conclusa, Kontakthof mit Damen und Herren ab 65 (Kontakthof con Signori e Signore oltre i 65), un classico della coreografa tedesca».

 
«La cultura contemporanea - scrive Fabrizio Arcuri, co-curatore di Prospettiva09 - non conosce confini, afferma la propria identità nella contrattazione tra i generi e i linguaggi e ri-determina continuamente la propria forma, ignorando le barriere e i recinti predeterminati. La nascita di Prospettiva è il frutto di queste numerose contrattazioni, di molteplici dialoghi tra progetti e realtà anche molto lontane tra loro. Sarà un festival d’ouverture, che intercetterà molte delle tematiche della stagione 2009/2010 del Teatro Stabile di Torino - penso alle presenze internazionali, al teatro di narrazione, alla rilettura dei classici e alla relazione teatro e musica - ma eviterà di declinarli solo con stili e forme diverse: nella contaminazione offrirà spunti di riflessione eterogenei, nuovi, trasferendo in cornici inusuali contenuti normalmente destinati a spazi meno istituzionali».
 
4 palcoscenici Carignano, Cavallerizza, Gobetti, Fonderie Limone - ospiteranno Prospettiva09, un festival ricco di nuove proposte. 40 compagnie, più di 300 artisti coinvoltiin 50 spettacoli, 10 prime nazionali1 prima europea3 prime assolute,10 rappresentazioni internazionali.
 
«Sono particolarmente felice - dichiara Evelina Christillin, Presidente del Teatro Stabile di Torino - perché, con Prospettiva09, Torino e il Piemonte offrono ancora una volta un esempio concreto di come ottimizzare, in campo culturale, risorse insieme creative e finanziarie. Riuscire a superare gli individualismi costruendo progetti e programmi comuni è infatti, a mio parere, l'unico modo per incentivare l'attività artistica nel suo insieme, promuovendo contemporaneità e sperimentazione, consentendo contaminazioni importanti, permettendo ai giovani meritevoli di misurarsi insieme ai "maestri" affermati sui palcoscenici più prestigiosi e, perché no, risparmiando denari preziosi in una contingenza complessivamente difficile non solo a livello locale e nazionale. Per questo, ringrazio in modo particolare SAI Fondiaria che ci ha generosamente sostenuti e aiutati anche in questa occasione».
 
«Prospettiva09 è il segno tangibile della nostra abituale presenza a fianco di una delle istituzioni più prestigiose di Torino qual è il Teatro Stabile - sostiene Fausto Marchionni, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Fondiaria SAI - e, insieme, un segnale di costante vicinanza alla vita artistica di questa Città. Un nuovo impegno a sostegno della cultura, particolarmente significativo in questo anno così difficile per l'economia mondiale, a testimonianza del profondo legame di Fondiaria SAI con Torino: una città dove il Gruppo affonda le proprie radici, essendovi presente con SAI dal 1921, e in cui continua a giocare un ruolo di primo piano».
 
Due gli spettacoli che domenica 18 ottobre 2009 inaugureranno ilFestival: alle ore 20.00, i performer e registi Daria Deflorian e Antonio Tagliarini porteranno in scena, alla Cavallerizza Reale, Rewind. Omaggio a Café Müller di Pina Bausch mentre, alle ore 21.30, il regista enfant prodige del teatro argentino Rafael Spregelburd presenterà in prima europea, al Teatro Carignano,Paranoia, sesto capitolo della sua eptalogia dedicata a Hieronymus Bosch.
Sempre nella cornice del Carignano, Spregelburd proporrà per la prima volta in Italia Buenos Aires e René Pollesch, regista tedesco residente della Volksbühne di Berlino, dirigerà la sua nuova produzione dal titolo Ein Chor irrt sich gewaltig (Un coro completamente stonato). Alla Cavallerizza Reale troveranno spazio le nuove tecnologie di SOS dell’ensemble newyorkese Big Art Group diretta da Caden Manson e, a completare il quadro degli ospiti stranieri, i Forced Entertainment dell’inglese Tim Etchells e i giovani fiamminghi Abattoir Fermé metteranno in scena, in prima nazionale, rispettivamente Void Story e Mythobarbital. Il Festival si concluderà l’8 novembre alle Fonderie Limone Moncalieri con Orgy of Tolerance dell’eclettico maestro dell’arte contemporanea Jan Fabre.
 
A condividere i palcoscenici con questi affermati artisti internazionali saranno giovani emergenti: i vincitori dell’ultimo bando “Invito” di Sistema Teatro Torino - ‘O Zoo Nô, Portage, LiberamenteUnico, Associazione 15febbraio e ConiglioViola - e gli attori e le giovani compagnie italiane, come Lorenzo Gleijeses, Daniele Timpano, Babilonia Teatri, Tony Clifton Circus, Muta Imago, Pathosformel, Teatrino Giullare e Teatro Sotterraneo, che in questi ultimi anni si sono contraddistinti per l’innovazione dei linguaggi e per la loro capacità di imporsi all’attenzione di pubblico e di critica.
 
Gli spazi del Festival vedranno alternarsi sulla scena alcuni dei nomi più conosciuti del nostro teatro come Emma Dante, Armando Punzo, Ascanio Celestini, Giorgio Barberio Corsetti, l’Accademia degli Artefatti, Teatro Valdoca, Motus, Filippo Timi e la Socìetas Raffaello Sanzio.
 
Con l’intento di offrire una panoramica il più ampia possibile al pubblico, e agli artisti la possibilità di poter intercettare e dialogare con spettatori diversi, sono nate le collaborazioni con Torinodanza Festival - il cui programma proseguirà fino al 4 dicembre 2009 -, che, nell’ambito di Prospettiva09, proporrà alle Fonderie Limone Moncalieri alcuni spettacoli del suo cartellone: da Virgilio Sieni con La natura delle cose a Ambra Senatore con Passo (forma breve), e Valeria Apicella che debutterà in prima assoluta con My flowers; da Compagnie les mains les pieds et la tête aussi con Ali a Cridacompany con C’est pas mort, ça bouge pas che arriva a Torino in prima nazionale, e Lucinda Childs con Short Ride in a Fast Machine, realizzato con la Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi; con Artissima 16, Internazionale d’arte contemporanea, che quest’anno proporrà, accanto alle esposizioni del Lingotto, anche un cartellone di performances e spettacoli dal titolo Accecare l’ascolto che vedrà rappresentate le creazioni artistiche di Pablo Bronstein, Jim Shaw, Matt Mullican, Steven Claydon, Tris Vonna-Michell, Joanne Tatham and Tom O’Sullivan, Bedwyr Williams, Guy de Cointet, Nico Vascellari, Jimmy Raskin, Erik and Harald Thys, Soap & Skin; con il festival di musica elettronica Club to Club, che aprirà il suo programma proprio al Teatro Carignano con tre grandi artisti internazionali: Carl Craig, Moritz Von Oswald, Francesco Tristano Schlimé.
 
GOBETTI/LOUNGE | Uno spazio ricreativo
 
Anche Prospettiva09 avrà il suo Punto Festival, che verrà allestito nel foyer del Teatro Gobetti (orario di apertura 10.30 - 13.00 / 14.30 - 23.30), per l'occasione trasformato in uno spazio "ricreativo", tra lounge e infopoint: una sorta di punto focale dove convergeranno le linee artistiche del programma e le contaminazioni tra le diverse manifestazioni che prendono parte a questo Festival d'Autunno. All'interno si potrà accedere alle informazioni riguardanti la biglietteria o le eventuali variazioni di programma, fermarsi a bere un caffè e incontrare gli artisti ospiti, ma, soprattutto, si potrà prendere parte ad un ciclo teorico di interazioni e riflessioni politiche su temi relativi alle problematiche della rappresentazione della realtà nelle società contemporanee. Una serie di incontri che metteranno a confronto artisti e studiosi, giornalisti e maître à penser.
 
 
Per Prospettiva09 il Teatro Stabile di Torino ha scelto di realizzare un sito bilingue nel quale non soltanto è possibile conoscere in modo dettagliato il programma, ma anche, e soprattutto, costruirne uno personale, in modo ragionato, secondo preferenze e possibilità, lasciare opinioni sugli spettacoli in scena e pubblicare su diversi social network notizie e approfondimenti. Uno spazio di condivisione, un terreno di confronto che offre contribuiti multimediali e originali a stretto contatto con il festival.
 
 
PROSPETTIVA09/festival d’autunno
T e a t r o d a n z a m u s i c a a r t e p o l i t i c h e
Un progetto di Mario Martone e Fabrizio Arcuri
Torino, 18 ottobre - 8 novembre 2009
in collaborazione con Torinodanza, Artissima, Club to Club
con il sostegno di Fondiaria SAI
 
INFO BIGLIETTERIA:
Biglietteria TST: Salone delle Guardie - Cavallerizza Reale (Via Verdi, 9 - Torino)
Telefono 011 5176246 - Numero verde 800 235 333
 
 
 

Prossimi Eventi

Eventi del sito

venerdě 28-apr-2017 -
sabato 29-apr-2017
sabato 29-apr-2017
lunedě 01-mag-2017 -
domenica 14-mag-2017
giovedě 04-mag-2017
sabato 06-mag-2017
mercoledě 10-mag-2017
sabato 27-mag-2017