Registrati Ora!
Entra
Benvenuto su COORPI
domenica, 30 aprile 2017 - 22:40
Condividi

SpettacoliX GALŔ per i 10 anni del Balletto dell’Esperia

Balletto dell'EsperiaSecondo appuntamento di Palcoscenico Danza, la stagione di danza 2009-2010 del Centro Coreografico Rettilario / Balletto dell’Esperia, che si svolge a Torino al Teatro Astra e alla Cavallerizza Reale e che anche quest’anno è ospitata nel cartellone teatrale della Fondazione Teatro Piemonte Europa: dal 10 al 13 dicembre al Teatro Astra (via Rosolino Pilo 6) lo spettacolo X GALÀ per festeggiare i dieci anni del Balletto dell’Esperia.

Lo spettacolo, che festeggia il decimo compleanno del Balletto dell’Esperia, presenta vari estratti da balletti creati negli anni da Paolo Mohovich per la compagnia, a cui si aggiungono coreografie inedite a Torino di artisti internazionali come Mauro Bigonzetti, William Forsythe, Jacopo Godani, Thierry Malandain, Inma Rubio.

 
All’insegna della varietà di stili coreografici e musicali, la serata si presenta come un’autentica sfida per i danzatori che si cimentano in brani stilisticamente assai diversi tra loro, però tutti caratterizzati da una forte implicazione tanto tecnica quanto interpretativa. I diversi linguaggi coreografici mettono in luce la versatilità stilistica e tecnica dei danzatori del BdE.
 
E’ prevista la presenza di prestigiosi artisti quali l’etoile del Béjart Ballet Lausanne Elisabet Ros (10 dic.), Jone San Martin e Amancio González della Forsythe Company (11 e 12 dic.), Lisa Martini e Vittorio Bertolli dell’Aterballetto (13 dic.).
 
X Galàè il coronamento di dieci anni di ininterrotta attività, in cui il Balletto dell’Esperia si è affermato come realtà consolidata di livello internazionale con importanti tournées in Italia e all’estero, con un repertorio diversificato di oltre 40 coreografie che spaziano da quelle del suo direttore Paolo Mohovich a quelle di affermati coreografi italiani ed europei. Punto di forza del BdE sono inoltre i legami di relazione artistica instaurati con importanti compagnie, tra cui la Forsythe Company di Francoforte, il Malandain Ballet Biarriz, la Miami Contemporary Dance Company, il Centro Coreografico dei Teatri della Comunità Valenciana.
 
 

LO SPETTACOLO
 
Lo spettacolo si apre con una serie di brani su musiche spagnole tratti da Danza sulla pelle del toro e 7 Danze lorchiane, brani con la coreografia di Mohovich che vogliono essere un omaggio alla terra in cui ha avuto origine dieci anni fa il primo nucleo del Balletto dell’Esperia, nell’ambito del Balletto di Saragozza.
 
A seguire alcune danze, inedite a Torino, che sono state aggiunte quest’anno a Mozart/Aqva, una delle coreografie più rappresentate dalla compagnia, con le celeberrime musiche di Mozart alternate a suoni acquatici, che si ispira all’affinità tra l’elemento acquatico e la leggerezza quasi naturale delle partiture mozartiane. Un lavoro che vuole giocare sulla contrapposizione tra dionisiaco e apollineo, tra la forza della natura e la ricercatezza architettonica della musica barocca.
 
La seconda parte si apre con La morte del cigno, capolavoro del coreografo francese Thierry MALANDAIN, direttore del Ballet Biarritz, che viene proposto per la prima volta dal BdE nell’interpretazione delle sue danzatrici. E’ la malinconica e splendida rivisitazione in chiave contemporanea di uno degli assoli più famosi della storia del balletto, sulla musica struggente Le Cygne - tratta dal Carnevale degli animali - di Camille Saint Saёns. Momento di danza pura, di stile contemporaneo, la rivisitazione di Malandain non vede in scena un’unica danzatrice, bensì propone un trio femminile: tre donne scese dal cielo vengono sulla terra per rendere il loro ultimo soffio prima di incarnarsi in cigni e intraprendere un nuovo volo. 
 
Seguirà un assolo maschile tratto da Trasparenzacreato per la compagnia nel 2002 da Inma RUBIO, danzatrice e coreografa spagnola che attualmente fa parte della Forsythe Company.
 
La serata prosegue con Subliminal Instant, brano tratto da una creazione di Jacopo GODANI (forse il coreografo italiano ad oggi di maggiore proiezione internazionale, formatosi con William Forsythe), creazione che entrerà a breve nella sua versione completa nel repertorio del BdE. Subliminal instant è un’avventura dall’intrigante ritmo visivo e sonoro, una composizione per corpi che comunicano tra loro attraverso lo stesso peculiare linguaggio, sulla trama sonora dei 48 Nord, duo tedesco di musica contemporanea elettronica. La ricchezza dinamica del movimento di Godani affonda le sue radici nel lavoro decennale che ha svolto presto il Frankfurt Ballet di William Forsythe, collaborando con il grande coreografo nella creazione di varie opere.
 
Seguirà lo spazio riservato ai vari ospiti: ogni sera vedrà la presenza di un danzatore o di un duo diversi con brani di coreografi internazionali come Mauro Bigonzetti e William Forsythe.
Elisabet Ros, etoile del Béjart Ballet Lausanne, il 10 dicembre danzerà XL su musica di W.A. Mozart e rumori acquatici: è un assolo creato nel 1995 da Paolo Mohovich appositamente per l’artista, allora danzatrice solista del Balletto di Saragozza. Il brano fu composto in occasione del Festival Le temps d’aimer di Biarritz, dove un gruppo di danzatori dello stesso Balletto di Saragozza, guidati da Mohovich, si presentavano al pubblico per la prima volta come formazione indipendente: da questo stesso nucleo di artisti nascerà nel 1999 il Balletto dell’Esperia. Questo assolo ha costituito il punto di partenza e di ispirazione per la costruzione del successivo Mozart/Aqva, in quanto già in esso si vede l’alternanza di movimenti ispirati al mondo acquatico e di altri più strutturati secondo i canoni della danza neoclassica. La base musicale è la partitura mozartiana alternata a suoni acquatici.
Jone San Martin e Amancio González, danzatori di punta della Forsythe Company, danzeranno l’ 11 e il 12 dicembre un estratto da Firstext di William FORSYTHE, balletto creato nel 1995 per Silvie Guillem e il Royal Ballet di Londra in collaborazione con Dana Caspersen e Antony Rizzi, sulla partitura elettronica del compositore olandese Thom Willems. Il brano è esemplare di quell’equilibrio tra classicismo e contemporaneità che ha fatto guadagnare a Forsythe la fama di uno tra i massimi esponenti della danza mondiale.
Lisa Martini e Vittorio Bertolli, danzatori di Aterballetto, il 13 dicembre presenteranno un estratto da WAM,creato nel 2005 daMauro BIGONZETTI: il titolo è l’acronimo delle iniziali di nome e cognome di Mozart: questa volta il compositore salisburghese ha ispirato un lavoro a carattere onirico e visionario, in cui diventa difficile distinguere tra sogno e realtà, con una scrittura coreografica molto forte, secca, drammatica. Un lavoro assolutamente non biografico né narrativo, denso piuttosto di simboli, riferimenti, richiami al grande compositore.
 
Infine, un energico finale chiuderà la serata: in scena tutta la compagnia in un estratto da Distillate Manovre, un altro cavallo di battaglia del BdE su musica dei mitici R.E.M.  Oggi più attuali che mai, i R.E.M. propongono una musica fatta di ammiccanti melodie ritmatissime e ricche di inaspettati effetti sonori, che ha spinto Paolo Mohovich a creare una coreografia dai toni vibranti e dalla dinamica contenuta ma a tratti lasciata esplodere…
 
 
“X GALÀ” 
per i 10 anni del Balletto dell’Esperia
 
Coreografie: Mauro Bigonzetti, William Forsythe, Jacopo Godani, Thierry Malandain, Paolo Mohovich, Inma Rubio
Musiche: autori vari
Artisti ospiti: Elisabet Ros (Béjart Ballet Lausanne) - 10 dic.
Jone San Martin, Amancio González (The Forsythe Company) - 11 e 12 dic.
Lisa Martini, Vittorio Bertolli (Aterballetto) - 13 dic.
 
Balletto dell’Esperia: Davide Di Giovanni, Gonzálo Fernández, Laura Missiroli, Silvia Moretti, Roberta Noto, Elena Rittatore, Miguel Soto Calatayud, Davide Valrosso
 

Prossimi Eventi

Eventi del sito

lunedě 01-mag-2017 -
domenica 14-mag-2017
giovedě 04-mag-2017
venerdě 05-mag-2017
sabato 06-mag-2017
lunedě 08-mag-2017
mercoledě 10-mag-2017
sabato 13-mag-2017
sabato 27-mag-2017