Registrati Ora!
Entra
Benvenuto su COORPI
giovedì, 27 luglio 2017 - 02:58
Condividi

SpettacoliIl Festival Stelle D’Oriente approda alla nona edizione

Ritorna per il nono anno a Torino il primo, e più importante, festival di danza e cultura orientale d’Italia, organizzato e diretto da Aziza Abdul Ridha, riconosciuta come una delle più interessanti interpreti europee della danza orientale e accreditata presso il Festival del Cairo come vera e propria etoile.
Il Festival Stelle D’Oriente si rivolge alla foltissima comunità di cultori della danza orientale tradizionale, di appassionati di nuovi modi di contaminazione e di conoscitori della cultura orientale più in generale cresciuti, in Italia come in Europa, in maniera esponenziale. Il fitto calendario di eventi della kermesse spalancherà una finestra sull’universo della danza orientale tradizionale e sulle molte forme di contaminazione e di dialogo fra generi presenti nelle sue manifestazioni contemporanee. 

Dal raks sharki, la danza del doppio velo, agli stili tribal, dal bollywood fino ai più moderni shimmy e belly burlesque: stili e tecniche della danza orientale di tutti i tempi non avranno più segreti per alcuna danzatrice, sia essa di livello professionale o amatoriale.
 
Il festival ha dimostrato negli anni di saper guardare alla più recente ricerca coreografica e didattica offrendo occasioni di incontro e confronto con realtà nazionali ed internazionali. Molte sono le vie percorse dal festival, molteplici le contaminazioni e le aperture innovative pur restando coerenti alla tradizione e continua con questa nuova edizione il suo percorso per approfondire il significato sociale della danza nella cultura araba. Un festival cantato, ballato, suonato, tra tradizione e innovazione, ricco del fascino dell’Oriente che supera ogni timore di kitsch e assuefazione. La danza, le ritualità e la funzionalità sociale della musica sono un vero patrimonio universale di inestimabile valore.
 
Saranno quattro giorni di workshop e masterclass di specializzazione, seminari che hanno la danza come momento cruciale, ma si riprometto anche di approfondire i temi della cultura e della musica araba. E soprattutto quattro giorni di spettacoli e eventi speciali: il grande spettacolo Suenos de Bollywood con la compagnia della star Mistri ad approfondire una delle ultime tendenze in tema di danza orientale (giovedì 25 marzo alle Lavanderie a Vapore), la terza edizione del concorso Maratona d’Oriente aperto alle danzatrici iscritte agli stage (venerdì 26 al Pacific Hotel Fortino), il Gran Galà Internazionale previsto per una chiusura indimenticabile del festival (al Teatro Nuovo il 27 marzo), nel quale si esibirà insieme agli altri maestri, e per la prima volta in Italia, la super star Fifi Abdou.
Come ogni anno gli insegnanti e i giurati invitati si distinguono più che mai per l’eccezionalità dei loro curriculum.
 
Ospite d’onore, presenza rarissima in Italia, sarà proprio Fifi Abdou, “la regina della danza orientale”, interprete di uno stile personalissimo fra la danza beledi, tipica delle zone popolari urbane e la raqs sharqi, cioè la danza orientale classica. Provocante, sensuale, incantatrice, è diventata il simbolo della diva contemporanea in Egitto. Altro ospite straordinario sarà Mo Geddawi “il dottore della danza orientale”, famoso per essere stato il co-fondatore della più importante troupe artistica egiziana, il Reda Group, lavorando al fianco di Mahmoud Reda e Farida Fahmy, figure essenziali del panorama artistico arabo.
 
Ma non saranno solo queste due grandi star a caratterizzare l’edizione 2010 del festival.
Amir Thaleb arriva dall’Argentina ma le sue origini arabe lo spingono ad avvicinarsi alla danza orientale fin da piccolissimo, diventando in breve un talento riconosciuto in tutto il mondo. Dagli Stati Uniti arriva al Festival la danzatrice Bozenka. Il suo nome significa "toccata da Dio", e la sua eleganza e la sua tecnica classica l'hanno elevata a stella della danza orientale, tanto da essere solista del notissimo gruppo Bellydancesuperstars e coreografa di Shakira.
Mohamed Shahin è nato in Egitto, ed è un insegnante, danzatore e coreografo di danza orientale stile egiziano, danza dervishi (tannoura) e folclore. Ha ballato in tutto il mondo e la sua missione è quella di far conoscere la danza orientale maschile in occidente.
 
Non possono mancare gli incontri di studio con Aziza Abdul Redha, padrona di casa e stella internazionale della danza orientale. In particolare per questa edizione gli approfondimenti saranno dedicati alle combinazioni su percussioni dal vivo e al drum solo.
Il festival è attento non solo alla danza orientale nei suoi molteplici stili, ma anche alle nuove influenze che rendono ancora più viva e attuale questa disciplina artistica. Alcuni dei maestri invitati rappresentano così le ultime tendenze: Anasma Vuong è una danzatrice, insegnante e coreografa residente a New York che partendo dalla danza orientale è riuscita ad incrociarla con l’hip hop, il teatro, la ginnastica artistica, la salsa, il flamenco. Harriet Gervasio, meglio nota come Miss Ruby Rocks ha iniziato con la danza orientale 10 anni fa e dal 2007 ha sviluppato lo stile belly burlesque portando le sue esibizioni nei più prestigiosi locali e teatri di Londra e del mondo. Il suo stage promette di imparare le tecniche di base del burlesque, camminate, ancheggi, cerchi e soprattutto la fine arte di un’entrata spettacolare in scena, sapendo anche "stuzzicare" il pubblico. Per finire uno stage sarà tenuto anche da Mistri, etoile dello spettacolo Suenos de Bollywood. Coreografa e danzatrice ha trovato uno stile assolutamente unico nel mescolare danza orientale e stile Bollywood indiano, in un turbinio di colori e immaginazione accompagnati da un sottofondo musicale fantastico. Originaria della Gran Bretagna, Mistri insegna e si esibisce in Spagna lavorando in TV, nel cinema e in teatro.  
 
Il Maestro Tarek Awad Alla, nato ad Alessandria d'Egitto dove ha iniziato la sua carriera a tredici anni suonando in vari gruppi della sua città, ha lavorato al Cairo con cantanti e danzatrici famose terrà un interessante seminario sui ritmi della danza araba suonati sul tipico tamburo nordafricano, la derbouka. Da diciotto anni fa parte del Gruppo Musicale Arabo "Ziryab" e vive in Italia, dove svolge attività didattica in diverse scuole e svolge un’intensa attività concertistica sia in Italia che all'estero.
 
 
Centro Studi Danza Musica e Cultura Orientale
AZIZA
Corso Regina Margherita 236 - Torino
 
25 - 28 marzo 2010
STELLE D’ORIENTE
festival internazionale italiano di danza musica e cultura orientale
nona edizione
Informazioni e iscrizioni
tel. 011 488320
Tag: Festival Stelle D’Oriente AZIZA

Prossimi Eventi

Non ci sono nuovi eventi