Registrati Ora!
Entra
Benvenuto su COORPI
mercoled, 29 marzo 2017 - 09:17
Condividi

SpettacoliOpening / New Shorts inaugura Palcoscenico Danza

Prende il via  PALCOSCENICO DANZAla stagione di danza 2010-2011 del Centro Coreografico Rettilario / Balletto dell’Esperia, che si svolger a Torino al Teatro Astra (via Rosolino Pilo 6) e che anche quest’anno ospitata nel cartellone teatrale della Fondazione Teatro Piemonte Europa.

Sei appuntamenti prestigiosi, alcuni in prima assoluta, con coreografi e compagnie italiane ed europee tra ottobre 2010 e aprile 2011: ad inaugurare la stagione il 19 ottobre alle 21 e il 20 ottobre alle 19 al Teatro Astra lo spettacolo OPENING/NEW SHORTS del Balletto dell’Esperia.

 

“OPENING/NEW SHORTS” 
 prima assoluta
 
La stagione 2010-2011 si apre con una serata dedicata alla giovane coreografia d’autore. Come gi negli anni passati, il primo spettacolo che inaugura Palcoscenico Danza  un appuntamento innovativo che vuole esplorare nuove strade artistiche, cos come stato nell’apertura della scorsa edizione con il felice connubio tra danza e arte contemporanea.
La serata Opening / New Shorts  quest’anno all’insegna dei giovani creatori che stanno nascendo in seno al Balletto dell’Esperia. Tre danzatori della compagnia, dotati di talento coreografico, hanno creato dei nuovi lavori, interpretati da altri ballerini dello stesso BdE: Davide Di Giovanni presenta Fotografia, Silvia Moretti Mistral e Davide Valrosso Sind_Doubt.
A questi brani si aggiungono quelli di due giovani e promettenti coreografi del nostro territorio, che sono creati appositamente per la compagnia: Daniele Ninarello presenta Embrace e Daniela Paci Re-il coraggio di stare.
Concluder la serata tutto il Balletto dell’Esperia interpretando Playing House, una creazione di Raymond Sullivan, brillante direttore della Miami Contemporary Dance Company, compagnia che da anni ha stretto con il BdE un legame di collaborazione artistica. Il progetto sostenuto dalla Contea di Miami Dade (USA).
 
 
“OPENING/NEW SHORTS” 
Direzione artistica: Paolo Mohovich
Coreografie: Raymond Sullivan, Daniele Ninarello, Daniela Paci, Davide Di Giovanni, Silvia Moretti, Davide Valrosso
Musiche: autori vari
Luci: Virginio Levrio
Danzatori: Davide Di Giovanni, Gonzalo Fernandez, Laura Missiroli, Silvia Moretti, Roberta Noto, Davide Valrosso
Assistente alle coreografie: Miguel Soto Calatayud

PROGRAMMA
 
SIND_DOUBT
coreografia Davide Valrosso
musiche Faraualla, Javier Navarrete
interprete Davide Di Giovanni
con la partecipazione del piccolo Pablo Cavanagh
Sind_Doubt nasce da una riflessione sulla ricerca da parte di ognuno della propria identit come singolo individuo, aldil delle ipocrisie e delle convenzioni sociali, dei ruoli professionali e familiari, e si ispira al concetto del “doppio”, come spiega Pirandello: “…. bast muovere appena in me, cos per gioco, la volont di rappresentarmi diverso da uno dei centomila in cui vivevo, perch si alternassero in centomila modi diversi tutte le mie realt.” (Luigi Pirandello, Uno, nessuno, centomila)
 
MISTRAL
coreografia Silvia Moretti
musica Rene Aubry, Giovanni Sollima
interpreti Laura Missiroli, Silvia Moretti, Roberta Noto
Il lavoro Mistral  liberamente ispirato al romanzo di Judith Krantz La figlia di Mistral, incentrato sulla vita di tre donne accomunate dalla presenza del pittore Julien Mistral nella loro esistenza. I diversi caratteri, i sentimenti, le passioni delle tre donne vengono restituiti in scena attraverso una danza dinamica e piena di sfumature. Il desiderio della coreografa far danzare le loro emozioni, i loro sogni, il loro amore, “...proprio quell’amore che le unir per la vita, amore che per tutte e tre si incarner nel nome di Julien Mistral: lui, geniale e tempestoso, le travolger con la sua arte e, come l’omoninmo vento della provenza le mistral, le trasporter tramite i colori, le tele, i pennelli nel suo mondo.” Silvia Moretti
 
- intervallo -
 
FOTOGRAFIA
coreografia Davide Di Giovanni
musica Pasquale Catalano,Frederic Chopin, Madeleine Peyroux
interpreti Gonzalo Fernandez, Silvia Moretti, Roberta Noto
“Per conoscere la vita di una persona basta sfogliare un semplice album fotografico e ci si pu cos ritrovare catapultati in realt che non ci appartengono, ma che provocano in noi mille emozioni.... le stesse che prendono vita nella creazione di questo brano. Esso mette in luce e in ombra (proprio come avviene in una fotografia) l'esistenza sofferta di una donna, costretta a nascondere i propri sentimenti ad un uomo, che immagine del suo passato e del suo presente, che divora tutta la sua femminilit.... fino a quando non trover la forza di reagire ed entrare in una nuova fotografia, immagine di una realt opposta alla precedente. Qui vivr il ricordo di un legame per una figura femminile, madre, sorella o semplice amica...” Davide Di Giovanni
 
EMBRACE
coreografia & concept Daniele Ninarello in collaborazione con i danzatori
musica Merzbow & Pan Sonic
interpreti Laura Missiroli, Davide Di Giovanni, Davide Valrosso
“Tre corpi in uno spazio sondano l'attesa. Sguardi scanditi da un tempo comune, nel tentativo di raggiungere un appoggio che permetta loro di restare in un abbraccio solido. Un abbraccio che parla, un abbraccio che ascolta. Come essere toccati per la prima volta. Un allenamento della memoria tattile come possibilit di riscoprirsi in un contatto epidermico con l'intorno, come per ritrovare una indipendenza di corpi nello stesso bisogno di pelle.” Daniele Ninarello
 
RE-IL CORAGGIO DI STARE
coreografia Daniela Paci
musica Karen and the Kids, Fabio Viana
visioni sceniche Ornella Ru
interpreti Gonzalo Fernandez, Silvia Moretti, Roberta Noto
“L'ispirazione di questo pezzo per tre danzatori il coraggio. Se penso al coraggio, penso al leone. Il cuore del leone come il sole: rotondo, pieno, intero. Suoi simboli sono l'oro, il colore rosso, il calore. Il cuore del leone ha un tale gusto per la vita, una tale affinit per il mondo che il suo pensiero tutt'uno con la volont. Si dispiega nel mondo, seduto come un re, giallo come la luce del giorno, forte come un ruggito.
Il movimento circolare mosso dal coraggio diventa una danza intera e intensa animata dal combustibile della realt vitale. La ricerca nel presente rappresenta una preghiera necessaria all’artista ispirata al coraggio di essere nel mondo. Il coraggio di stare nel presente, la lentezza dell’espansione della coscienza vengono ispirate dall’incedere dei monaci tibetani, la loro qualit di stare nel mondo e come fanno danzare l’anima. Un percorso verso i luoghi in cui il corpo trova uno stadio di completezza, di coraggio, di azione.” Daniela Paci
 
- intervallo -
 
PLAYING HOUSE
coreografia Raymond Sullivan
musiche canzoni diPatsy Cline, Rosemary Clooney,Doris Day
interpreti Davide Di Giovanni, Gonzalo Fernandez, Laura Missiroli, Silvia Moretti, Roberta Noto, Davide Valrosso
 
Playing House di Raymond Sullivan affronta in modo ironico ma anche drammatico il tema della violenza domestica negli Stati Uniti durante gli anni '50 e '60. Facendo vedere un volto fuori dalle mura di casa e un'altro ben diverso all'interno, mariti e mogli cercavano assai raramente aiuto in caso di disagi o violenze all'interno del matrimonio, cosa che avviene spesso anche oggi. Questa coreografia mostra come non parlare a nessuno di questa situazione, anzi mascherarla, non faceva altro che peggiorarla. Usando il silenzio in alcune sezioni, mescolato a rumori come il suono di porte chiuse di colpo e con l'aggiunta di melodiose canzoni di Doris Day, Patsy Cline, Rosemary Clooney e altri artisti dell’epoca, Playing House mette in scena la celebrazione di una falsa felicit esterna, alternata a momenti di tensione insostenibile.
 
 
Il BALLETTO DELL’ESPERIA, diretto dal coreografo Paolo Mohovich, una compagnia di danza contemporanea attiva in Italia dal 1999, che ha sede a Torino. Realt consolidata di livello internazionale, il BdE stato invitato in questi anni in prestigiosi teatri e festival in Italia, Spagna, Francia, Cipro, Turchia, Argentina, Uruguay, Brasile e Stati Uniti. Dall’ottobre 2006 il Balletto dell’Esperia compagnia associata della Fondazione Teatro Piemonte Europa. Frutto di questa collaborazione il Centro Coreografico Rettilario, un nuovo polo per la danza contemporanea, diretto da Mohovich,che estende il suo raggio d’azione sui versanti della programmazione, della produzione e della promozione dell’arte coreutica.
Attualmente il BdE sostenuto dalla Regione Piemonte, dal Ministero per i Beni e le Attivit Culturali, dalla Citt di Torino, dal festival Torinodanza, dalla Fondazione CRT, e dalla Fondazione Teatro Piemonte Europa.
 
 
 
 
 
BIGLIETTI E ABBONAMENTI
 
mercoled 20 ottobre lo spettacolo sar alle 19: biglietto 9,00 € comprensivo di APERITIVO offerto prima dello spettacolo
 
Biglietti per gli altri spettacoli:
- intero 15,00 €;
- ridotto 12,00 € (ridotto di legge, under 18, over 60, studenti, Abbonamento Musei Torino Piemonte 2011, associazioni e cral convenzionati);
- ridotto speciale 10,00 € (PASSDANZA, under 14, abbonati stagione TPE e Casa del Teatro Ragazzi e Giovani, abbonati stagione teatrale Casa del Teatro Ragazzi e Giovani)
 
Biglietti acquistati on-line: 12,00 € - www.fondazionetpe.it
 
 
 
ATERBALLETTO
Biglietti:
- intero 15,00 €;
- ridotto (per abbonati TPE) 12,00 €
 
Abbonamenti:
Abbonamento TEATRO A SCELTA: 4 spettacoli a scelta a 36,00 €
 
INFO e PRENOTAZIONI:
Teatro Astra tel. 011.5634352 dal marted al sabato dalle 16 alle 19
 
Ritiro prenotazioni, prevendita biglietti e abbonamenti:
- presso InfoPiemonte, piazza Castello 165, dalle 10 alle 18 tutti i giorni  

- presso il Teatro Astra, via Rosolino Pilo 6 (tel. 011.5634352)

 

Prossimi Eventi

Eventi del sito

sabato 01-apr-2017
sabato 15-apr-2017