Registrati Ora!
Entra
Benvenuto su COORPI
mercoled, 26 aprile 2017 - 10:05
Condividi

Approfondimenti Stanno uccidendo la cultura e lo spettacolo!

La conferma del congelamento di una parte del gi ridottissimo F.U.S. getta nel panico tutto il settore dello spettacolo dal vivo. L’imbarazzo con il quale lo stesso Ministero per i Beni e le Attivit culturali ha diramato la notizia la spia del disagio che serpeggia all’interno della maggioranza di Governo riguardo a quello che ormai assume sempre pi i contorni di un disegno ben preciso per punire, mortificare e annientare l’intero sistema culturale del nostro Paese, responsabile di non si sa quale grave colpa. La cultura in tutti i suoi aspetti, e lo spettacolo dal vivo in particolare, per i quali il nostro Stato investe una percentuale vergognosamente piccola del suo bilancio (0,18%), sono oggi uno dei catalizzatori pi importanti della nostra identit unitaria (Art. 9 della Costituzione).

Questa strategia di soffocamento progressivo trover l’opposizione pi dura da parte dell’intero sistema dello spettacolo del nostro territorio cittadino, regionale, provinciale, centinaia di imprese grandi e piccole, dal Regio ai cinema di provincia, dallo Stabile alle giovani compagnie di danza e di teatro, dai gruppi musicali indipendenti alle giostre, che danno occupazione a migliaia di lavoratori e contribuiscono in maniera irrinunciabile alla formazione culturale e alla qualit della vita delle nostre comunit. L’AGIS chiede alle amministrazioni locali l’immediata istituzione di un tavolo di emergenza al quale partecipino anche le rappresentanze sindacali, per affrontare la gravissima crisi concordando efficaci azioni di intervento affinch si eviti che per lo spettacolo e la cultura si compia un irreversibile processo di estinzione e nello stesso tempo per manifestare al Governo centrale le nefaste conseguenze di scelte politiche che nemmeno il pi acerrimo nemico della civilt pu pensare rispondano alla volont degli elettori italiani. La nostra Citt si prepara ad accogliere la prossima settimana il Presidente della Repubblica offrendogli l’eccellenza della propria cultura, storia e identit in occasione dei festeggiamenti del 150°, e lo far soprattutto attraverso i suoi musei, le sue mostre, i suoi artisti e i suoi spettacoli. Non vogliamo credere che questa occasione di celebrazione e di festa possa trasformarsi in un Funerale di Stato.

Evelina Christillin
Presidente AGIS
Unione Interregionale Piemonte – Valle D’Aosta

 

Prossimi Eventi

Eventi del sito

sabato 29-apr-2017
gioved 04-mag-2017
sabato 06-mag-2017
mercoled 10-mag-2017