Registrati Ora!
Entra
Benvenuto su COORPI
domenica, 20 agosto 2017 - 20:58
Condividi

ApprofondimentiIn Piemonte la prima Carta di credito per la Cultura

Piemonte isTorino, 8 Febbraio 2012. In Piemonte nasce la Carta di Credito per la Cultura. La prima carta di credito, destinata a sostenere le attivit e i progetti delle istituzioni culturali piemontesi stata presentata oggi, presso la Sala Stampa della Regione Piemonte, dal Presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota, insieme all’Assessore alla Cultura della Regione Piemonte, Michele Coppola, al Direttore Commerciale di CartaSi, Gianluca De Cobelli, al Responsabile Rete Pubblica Amministrazione di CartaSi, Stefano Gigli, al Presidente di Finpiemonte, Massimo Feira.

Guarda il video


 
La Carta di Credito per la Cultura, la prima realizzata in Italia per sostenere il settore culturale, sar emessa da CartaSi, partner finanziario dell’iniziativa selezionato attraverso una procedura pubblica tra altri importanti istituti di credito nazionali. La carta di pagamento vedr la prima applicazione del logo PIEMONTE IS scelto per rappresentare il territorio regionale in relazione alla valorizzazione del patrimonio storico e artistico e alla vocazione della Regione Piemonte quale centro di produzione di contenuti culturali. L’utilizzo della carta, grazie allo stanziamento di una percentuale pari allo 0,3% di ogni transazione economica, permetter di alimentare un Fondo per la Cultura gestito da Finpiemonte, societ finanziaria della Regione Piemonte che opera da oltre trent’anni a sostegno dello sviluppo e della competitivit del territorio piemontese.
 
Il titolare della Carta di Credito per la Cultura contribuir cos direttamente - e senza alcun costo aggiuntivo a suo carico - al sostegno del patrimonio culturale della Regione Piemonte e potr scegliere a quale specifica istituzione culturale, tra quelle indicate dalla Regione, destinare il suo contributo. La carta non prevede l’apertura di un conto corrente dedicato, non comporta alcun costo di attivazione n alcun costo annuale di mantenimento e presenta condizioni economico-finanziarie particolarmente vantaggiose per il titolare. Sar predisposta, inoltre, una versione prepagata della Carta di Credito per la Cultura che verr distribuita su tutto il territorio piemontese e in particolare presso i luoghi di interesse culturale e turistico.
 
 
 
 
La carta di credito sar offerta innanzitutto a tutti i dipendenti della Regione Piemonte, ma l’obiettivo quello di metterla a disposizione, fin dall’inizio, di un ampio bacino di utenti, coinvolgendo anche altri enti pubblici e imprese individuate di comune accordo. Il sistema culturale piemontese ha gi manifestato un forte interesse nei confronti dell’iniziativa e le principali istituzioni culturali hanno gi aderito: Museo Nazionale del Cinema, Teatro Stabile Torino, Teatro Regio, Reggia di Venaria Reale, Film Commission Torino Piemonte e FIP-Film Investimenti Piemonte.
 
“Riteniamo che un’azienda debba venir riconosciuta non solo per la qualit dei suoi prodotti e servizi, ma anche per il contributo sociale che riesce a dare - ha detto Gianluca De Cobelli, Direttore Commerciale di CartaSi -  Per questo abbiamo aderito con interesse alla richiesta della Regione Piemonte sviluppando un prodotto che, oltre ad avere tutte le caratteristiche di uno strumento di pagamento elettronico, come comodit, sicurezza e flessibilit, rappresenta una soluzione concreta per sostenere lo sviluppo culturale della Regione. Siamo certi che questa iniziativa possa essere estesa anche ad altri territori e rappresentare per le Regioni un’importante opportunit per finanziare, attraverso una forma alternativa, proprie iniziative socio-culturali”.
 
Per Roberto Cota, Presidente della Regione Piemonte: ''Oggi vede la luce un progetto importante, nato dalla proposta e dall'iniziativa dell’assessore alla Cultura Michele Coppola, e su cui la Giunta Regionale del Piemonte punta molto. Il lancio di una Carta di Credito per la Cultura, insieme alla proposta dell’addizionale Irpef per la Cultura, sottolinea la nostra capacit  nel garantire con strumenti innovativi - anche in tempi difficili come questi - risorse alla produzione culturale, importante motore economico per il territorio. Si tratta di un nuovo modello di sostegno alle risorse pubbliche, che anche altre Regioni hanno gi dichiarato di voler replicare. Mi auguro che siano tante le imprese e le istituzioni del territorio pronte a condividere il progetto della Carta di Credito, e ancor pi numerosi i piemontesi che decideranno di sostenere direttamente la cultura con questo semplice strumento".
 
 
 
 
 
 
 
 
Per informazioni:
 
Regione Piemonte
Donatella Actis
Ufficio stampa Giunta regionale del Piemonte
Piazza Castello 165, 10122 Torino
tel 011 4322549
cell 3357586327
 
CartaSi
Matteo Abbondanza
Relazioni Istituzionali
CartaSi - Azienda del Gruppo ICBPI
Corso Sempione 55, 20145 Milano
tel 02.3488.2202
cell 348.4068858
matteo.abbondanza@cartasi.it
 
Finpiemonte S.p.A.
Elisa Sorba
Comunicazione e relazioni esterne
Galleria San Federico 54, 10121 Torino
tel 011.5717754
cell 3351905134
elisa.sorba@finpiemonte.it
 

Prossimi Eventi

Non ci sono nuovi eventi