E'(C)CENTRICO - Tra innovazione e diversitÓ

domenica, 17 giugno 2012 - 14:04

E(C)CCENTRICOL’edizione 2012 di E’(C)CENTRICO, la rassegna di arti performative organizzata da Stalker Teatro, si svolgerÓ da mercoledý 27 a sabato 30 giugno alle Officine CAOS di piazza Montale a Torino. 
Inserita nella rete “Teatri di Resilienza” che opera a livello nazionale nel campo del teatro sociale, la rassegna accosta lavori di Teatro d’Innovazione a gruppi e compagnie impegnati nell’ambito dei Teatri delle DiversitÓ. Tre serate di spettacoli, ognuna delle quali vedrÓ in scena due diversi lavori, offriranno cosý un confronto fra ricerca e linguaggi di innovazione artistica e teatrale e realtÓ attive in particolari contesti di marginalitÓ sociale.

«Anche con questa iniziativa intendiamo proporre un possibile spazio di un’arte nel sociale – dichiara Gabriele Boccacini, direttore artistico di Stalker Teatro / Officine CAOS - Spazio da conquistare per la consapevolezza della gente e spazio da difendere per le nuove generazioni di artisti. L’opera d’arte non Ŕ per noi un fine, ma un mezzo, uno strumento di intervento vitale. Non Ŕ prioritario utilizzare tecniche o strumenti artistici per realizzare opere, Ŕ invece importante creare opere come strumenti, veicoli di relazione interpersonale e quindi sociale».
 
Si comincia mercoledý 27 giugno con la compagnia siciliana Neon Teatro, che da oltre vent’anni conduce laboratori e realizza spettacoli con disabili, persone con disagio psichico e ragazzi down: ne L’incanto il mito della Torre di Babele Ŕ declinato come incontro di diversitÓ che, da confusione e disorientamento, arriva a generare nuovi e sorprendenti linguaggi. Nella stessa serata va in scena Le Sette voci di Elena, nuovo lavoro di VintuleraTeatro tratto da un testo inedito del poeta Manrico Murzi; regista e interprete dell’intenso monologo, Paola Tortora, attraverso la storia di Elena di Troia, dÓ voce a tutte le donne – mogli, madri, figlie, amanti - che soffrono in tutte le guerre del mondo.
Giovedý 28 giugno apre la serata la compagnia torinese Urzene-Tribalico con il Diario di H, monologo a pi¨ voci realizzato in collaborazione con i soci dell’AUDIDO (Autogestione Diversamente Dotati) a partire da 21 parole chiave: da autismo a guarigione, da handicap a solitudine, da umano a zero. A seguire Marco Gobetti presenta Emilio Lussu e la guerra, suggestivo esperimento di “lezione recitata” a partire da un testo dello storico Leonardo Casalino.
Venerdý 29 giugno va in scena invece il teatro-danza con i lavori di due compagnie torinesi. Si parte con Ellaverita di Liberamenteunico, delicata performance-installazione diretta da Barbara Altissimo e “agita”, con ipnotica levitÓ, da Gianluca Colombelli. Chiude la serata la compagnia Blucinque con DeplacÚ -Studi sul fuori luogo, ricerca sul rapporto tra movimento e ruoli recitati, in teatro come nella vita quotidiana.
 
Infine, a conclusione del ciclo di spettacoli, sabato 30 giugno le Officine CAOS ospiteranno un Cenacolo aperto al pubblico, durante il quale i membri delle compagnie di E’(c)centrico e i gruppi ospitati durante la stagione di Officine CAOS per il progetto “Artisti in Residenza” avranno modo di confrontarsi con critici ed esperti.
 
 
BIGLIETTI
Intero:7€
Ridotto: 5€ (studenti universitari, residenti Circ 5, over 60, under 18, Aiace)
Professionale: 3€
Gratuito per disoccupati e cassa integrati
 
INFO
stalker teatro | officine CAOS
www.stalkerteatro.net | info@stalkerteatro.net
t. +39.011.7399833 | +39.011.5881853
ufficio stampa
giorgia marino   m. 340.6730113   giorgia_marino@libero.it


COORPI
http://www.coorpi.org/article.php/20120617140440772