Registrati Ora!
Entra
Benvenuto su COORPI
domenica, 22 ottobre 2017 - 03:08
Condividi

MultimediaLa danza approda alle OffiCine PM

OffiCine PMDopo l'esperienza sperimentale della scorsa primavera con Il Cinema in Sala Chaplin, partono ufficialmente le OffiCine Piemonte Movie; un progetto ampio che lega la rete culturale moncalierese ai Presidi Cinematografici Locali del Piemonte Movie gLocal Network, di cui Officine PM vuole essere essere il cuore pulsante, un laboratorio dove nascono idee e progetti da per la settima arte declinata a livello locale .

Adesso, grazie all’Assessorato alle Politiche per i Giovani, Moncalieri avr di nuovo un polo cinematografico, il Teatro Civico Matteotti: un potenziale “hub culturale” in pieno centro storico, che si avvarr della collaborazione di altre realt locali come Moncalieri Giovane, la Biblioteca Civica Arduino, l'Associazione C.D.M.I, l'Associazione Culturale Bravo chi Legge, COORPI e l'Associazione Eclectica Danza Pozzo e il Coordinamento Genitori Democratici "L. Malaguzzi". Una condizione fondamentale, quella della partecipazione di chi sul territorio lavora da anni, per costruire socialit e cultura. 
Da novembre 2012 a maggio 2013, per 2 luned ogni mese presso il Teatro Civico Matteotti,

la rassegna accompagner il pubblico alla scoperta dei classici della cinematografia mondiale, degli ultimi film d'essai e di alcune chicche made in Piemonte.
OffiCine PM nasce dalla volont dell'Associazione Piemonte Movie di riallacciare il legame con la citt dove iniziata la sua avventura nel mondo della settima arte, nonch dall'esigenza di riportare a Moncalieri la presenza fissa di una realt cinematografica stabile.
"Tutto nacque nel 2000 con la prima edizione del Festival Piemonte Movie, realizzata nella sala del cinema King Kong in piazza Baden Baden. Poi il cinema chiuse e l’Associazione Piemonte Movie cresciuta e sbarcata a Torino..." dichiara Alessandro Gaido, presidente dell'associazione e direttore artistico di OffiCine PM.
 
OffiCine Piemonte Movie prender il via, luned 5 novembre alle ore 21, proprio insieme a una delle eccellenze del panorama culturale moncalierese, il Moncalieri Jazz Festival (3-17 novembre), con l'evento Cine&Jazz: la proiezione di Paris Bluesdi Martin Ritt ci trasporter nelle atmosfere notturne della Parigi Anni '60, palcoscenico della fervente scena musicale jazzistica del tempo.
Ma la musica, che a Moncalieri di casa anche grazie all'iniziativa estiva Ritmika, sar presente in altri appuntamenti tra 14 in programma. E allora spazio ad alcuni dei pi bei documentari e biopic usciti sul grande schermo nel 2012: come Marley di Kevin MacDonald, unico documentario sul Re del Reggae autorizzato dalla famiglia, il 19 novembre; il doppio appuntamento con le due anime dei Beatles, John Lennon e George Harrison, protagonisti delle proiezioni del 3 e del 17 dicembre. Mentre a gennaio saremo coinvolti dalla vocazione sociale del rock con Niente paura di Piergiorgio Gay, luned 14, dove le canzoni di Ligabue scandiscono gli avvenimenti della storia recente d'Italia, e il 21 gennaio con l'evento speciale Springsteeniana, in collaborazione col Museo Nazionale del Cinema, che presenter Furore di John Ford, film sulla Grande Depressione del 1929 ispiratore dell'album The Ghost of Tom Joad di Bruce Springsteen.
La musica espressione dei cambiamenti della societ, insieme alle altre forme d'arte che spesso si fanno loro stesse fenomeno sociale, come accadde per la Beat Generation raccontata nel film Urlo di Rob Epstein e Jeffrey Friedman, in calendario il 4 febbraio; o pura emanazione dello spirito umano, insieme alla danza, come vedremo in Pina di Wim Wenders, film sulla pi grande coreografa e ballerina tedesca scelto per OffiCine PM da COORPI e Associazione Eclectica Danza Pozzo e in programma il 18 febbraio.
Tutte le realt coinvolte in questo cineforum hanno proposto, infatti, i film che pi ritenevano legati alle loro attivit e alla loro mission culturale; cos Moncalieri Giovane ha voluto rendere omaggio alla memoria di Don Puglisi con Alla luce del sole di Roberto Faenza, in occasione della XVIII Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle Vittime delle Mafie, luned 18 marzo; storia simile per ideali e impegno quella scelta dal Coordinamento Genitori Democratici per la proiezione del 15 aprile di Cercando Maria di Franco Diaferia. Infine due appuntamenti che offrono prospettive diverse sul mondo del libro e della letteratura: il classico Il nome della rosadi Jean-Jacques Annaud proposto dalla Biblioteca Arduino e Nat e il segreto di Eleonoradi Dominique Monfry, scelto dall'Associazione Bravo chi Legge, che racconta le avventura di Nat nella difesa dei libri magici ereditati da una vecchia zia.
 
 
"Per saggiare le potenzialit di questa nuova sala d’essai nel cuore della citt, abbiamo inserito anche qualche titolo di fiction, per accontentare un po’ tutti i palati e confrontarci con il nostro futuro pubblico, ma non abbiamo dimenticato la nostra missione sociale: la promozione e la diffusione della cinematografia realizzata in Piemonte" sottolinea Alessandro Gaido, che ha voluto nella rassegna una selezione di cortometraggi e documentari regionali ad aprire le proiezioni.
Tra queste spiccano Sale per la capra di Fabrizio Dividi, Marta Evangelisti, Vincenzo Greco, il 4 febbraio, a ricordare la tragedia del Cinema Statuto a 30 anni dall'avvenimento, e Quando Olivetti invent il pc di Alessandro Bernard e Paolo Ceretto sull'opera dei progettisti Olivetti che avrebbe dato vita alla rivoluzione informatica.
Non solo documentari, ad accompagnare le proiezioni anche il meglio della produzione piemontese in corto con una selezione di cortometraggi che hanno partecipato alle ultime edizioni del Piemonte Movie gLocal Film Festival.
Inoltre a costellare diversi appuntamenti del cineforum i Frammenti dall'Archivio Nazionale Cinema d'Impresa; grazie a questa importante collaborazione, il pubblico potr ammirare alcune pubblicit storiche delle grandi aziende italiane, una vera e proprie rarit.
In tutto 14 serate per un totale di oltre 30 film, documentari e cortometraggi "made in Piemonte" che accompagneranno lo spettatore in un percorso cinematografico d'essai, ma di ampio respiro; un primo importante passo per consolidare il ruolo della settima arte nel panorama culturale della citta di Moncalieri.
 
 
officine piemonte movie
programma sinottico
 
 
 
novembre
 
 
5 _ h 21.00
Evento speciale "Cine & Jazz" in collaborazione con Moncalieri Jazz - ingresso 3 euro
Paris Blues di Martin Ritt
(USA, 1961, 95’, b/n)
Sceneggiatura di Jack Sher, Irene Kamp, Walter Bernstein; fotografia di Christian Matras; montaggio di Roger Dwyer; musiche di Duke Ellington. Con Sidney Poitier, Paul Newman, Louis Armstrong, Serge Reggiani, Joanne Woodward. Produzione Pennebaker Productions e Diane Productions
 
Due suonatori jazz americani, trasferitisi a Parigi in cerca di successo, incontrano due splendide connazionali in viaggio di piacere. Dopo essersene follemente innamorati provano a cogliere l'occasione di mettere ordine alle proprie vite, fino ad allora dissolute e caotiche, ma dovranno fare i conti con la natura svincolata e divergente di quell'arte che da sempre li tiene uniti.
 
19 _ h 21.00
Frammenti dall'Archivio Nazionale Cinema d'Impresa
Sotto i tuoi occhi(Fiat,1931, 4', b/n.)
 
I corti di Piemonte Movie
Exist di Alessandro Castelletto
(ITA, 2011, 6’, col.)
Dario nella vita di tutti i giorni lavora in officina e fa il meccanico, la sera cambia pelle e diventa la magica Barbie Bubu.
 
Marley di Kevin MacDonald
(GB/USA, 2012, 140’, col.)
Fotografia di Mike Eley, Alwin H. Kuchler, Wally Pfister; montaggio di Dan Glendenning. Con Ziggy Marley, Jimmy Cliff, Rita Marley, Cedella Marley, Cindy Breakspeare. Produzione Tuff Gong Pictures, Shangri-La Entertainment, Cowboy Films
 
Il documentario definitivo su Bob Marley, il primo autorizzato dalla famiglia del grande cantautore reggae. Per l'occasione, sono stati usati un gran numero di documenti e interviste video, alcune delle quali inedite; inoltre, il regista Kevin Macdonald ha intervistato molti di quelli che furono gli amici e colleghi di Marley, oltre ai membri della sua famiglia.
 
Non sono un profeta. Non posseggo le risposte. Sono solo un uomo. Conosco alcune parole e so come usarle” (Robert Nesta Marley)
 
 
 
 
dicembre
 
 
3 _ h 21
Frammenti dall'Archivio Nazionale Cinema d'Impresa
Le message di Folon (Olivetti, 1969, 4’)
 
I corti di Piemonte Movie
La terapia di Elisa Micalef
(ITA, 2011, 4’, col.)
Tra una coppia volano insulti e ingredienti della prima colazione… Ma non tutto come sembra!
 
Nowhere Boydi Sam Taylor-Wood
(GB/CAN, 2009, 94’, col.)
Soggetto di Julia Baird; sceneggiatura di Matt Greenhalgh; fotografia di Seamus McGarvey; montaggio di Lisa Gunning; musiche di Alison Goldfrapp, Will Gregory. Con Aaron Johnson, Kristin Scott Thomas, Thomas Sangster, Anne-Marie Duff, David Morrisey. Produzione Aver Media, Ecosse Films, Film4, Lipsync Productions, North West Vision, UK Film Council
 
Liverpool 1955: John Lennon, un quindicenne brillante e ribelle assetato di vita, cerca di allontanare da s i problemi di un’infanzia difficile, rifugiandosi nel nuovo ed eccitante mondo del rock.
Quando il suo genio immaturo riconoscer nell’adolescente Paul McCartney la sua anima gemella artistica, si inizier a scrivere una delle pagine pi importanti della storia della musica leggera.
 
Nowhere Man, don’t worry, Take your time, don’t hurry, Leave it all till somebody else lends you a hand.” (Nowhere Man, The Beatles, 1965)
 
 
17 _ h 21
Frammenti dall'Archivio Nazionale Cinema d'Impresa
Spot Valentine – Giovani Hippies(Olivetti, 1969-1970, 1’) 
Cosmotronic. Olivetti for information(Olivetti, 1970, 4')
 
I corti di Piemonte Movie
Rosso di Luca Vigliani e Tommaso Caroni
(ITA, 2011, 5’, col.)
Una donna e un mattino luminoso, tra luci e ombre di un risveglio.
 
George Harrison: Living in the Material World di Martin Scorsese
(GB, 2011, 208’, col e b/n.)
Con Paul McCartney, Ringo Starr, Eric Clapton, Terry Gilliam, Yoko Ono
 
Sulle note di Something, Here comes the sun, Within you without you, While my guitar gently weeps, tutte le parole scritte da George Harrison e le immagini del controverso e singolare chitarrista. Un viaggio musicale nell’universo del chitarrista dei Beatles, raccontato da materiale inedito e le testimonianze di chi ha conosciuto l’uomo e l’artista. Un documentario tributo all’anima complessa e inafferrabile dei mitici Fab Four.
 
Non sono uno dei tanti che sa suonare la chitarra. So scrivere un po’. Non credo di saper fare nulla particolarmente bene ma credo che, in un certo senso, sia necessario che io sia esattamente cos.” (George Harrison)
 
 
 
gennaio
 
 
14 _ h 20.15
Freakbeat di Luca Pastore
(ITA, 2011, 77’, b/n. col.)
Soggetto di Luca Pastore e Claudio Piersanti; sceneggiatura di Claudio Piersanti; fotografia di Luciano Federici; montaggio di Cristina Sardo. Con Roberto “Freak” Antoni, Sofia Fesani, Maurizio Vandelli, Marco Moser. Produzione Pulsmedia
 
Il nastro perduto della mitica session tra l’Equipe84 e Jimi Hendrix all’origine di una spedizione su un vecchio furgone Volkswagen attraverso l’Emilia guidata da Freak Antoni – leader degli Skiantos – insieme alla figlia Margherita. Durante il viaggio la coppia incontrer i protagonisti della stagione del beat italiano, giungendo in fine al cospetto dell’unico uomo che forse conosce la verit: Maurizio Vandelli.
 
Non capite un cazzo, questa avanguardia, pubblico di merda!
(Roberto “Freak” Antoni, dal concerto Bologna Rock, 2 aprile 1979)
 
Niente pauradi Piergiorgio Gay
(ITA, 2010, 90’, col.)
Soggetto di Piergiorgio Gay; sceneggiatura di Piergiorgio Gay e Piergiorgio Paterlini; fotografia di Marco Sgorbati; montaggio di Carlotta Cristiani; musiche di Luciano Ligabue. Con Stefano Rodot, Umberto Veronesi, Margherita Hack, Fabio Volo, Paolo Rossi. Produttore Lionello Cerri
 
Il film ripercorre, attraverso la lettura degli articoli della prima parte della Costituzione Italiana e le testimonianze e le opinioni di personaggi noti, i fatti della storia recente dell’Italia, dalle bombe del ’92 e del ‘93 al caso Englaro, dalla strage di Bologna alle vittorie e alle imprese della nazionale di calcio e di Giovanni Soldini. Le canzoni e i pensieri del “Liga” scandiscono i diversi momenti della storia.
 
Tira sempre un vento che non cambia niente, mentre cambia tutto sembra aria di tempesta. Senti un po' che vento forse cambia niente certo cambia tutto sembra aria bella fresca.” (Niente paura, Luciano Ligabue, 2007)
 
 
21 _ h 21
Evento speciale "Springsteeniana" in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema
Furore di John Ford
(USA, 1940, 129’, b/n.)
Soggetto di John Steinbeck; sceneggiatura di Nunnally Johnson; fotografia di Gregg Toland; montaggio di Robert L. Simpson; musiche di James Kerrigen, Alfred Newman. Con Henry Fonda, Jane Darwell, John Carradine, Charley Grapewin, Dorris Bowdon. Produzione Twentieth Century Fox
 
Dall'Oklahoma alla California a bordo di un vecchio camion. La famiglia contadina di Tom Joad, travolta come migliaia di altre dalla Grande Depressione del 1929, affronta un avventuroso viaggio verso la "terra promessa" dove ci sar il lavoro. Ma Tom, che appena uscito di prigione ed ricercato dalla polizia, deve lasciare i suoi cari per non metterli nei guai.  
 
The highway is alive tonight, but nobody’s kiddin’ nobody about where it goes, I’m sittin’ down here in the campfire light, Searchin’ for the ghost of Tom Joad” (The Ghost of Tom Joad, Bruce Springsteen, 1995)
 
 
 
 
 
febbraio
 
 
4 _ h 20.15
Sale per la capra di Fabrizio Dividi, Marta Evangelisti, Vincenzo Greco
(ITA, 2011, 60’, col e b/n.)
Soggetto di Fabrizio Dividi; fotografia di Marta Evangelisti; musiche di Antonio Greco; montaggio di Vincenzo Greco. Con Diego Novelli, Lorenzo Ventavoli, Gian Carlo Caselli, Bruno Geraci, Gianni Rondolino. Produzione Dinamovie Pictures
 
Con il tragico incendio dello Statuto, il 13 febbraio 1983, mentre si proiettava La capra, tutti vissero un personale, torinese, “11 settembre”, qualcosa di pi di un semplice, per quanto devastante, evento storico cittadino. Una data, quel 13 febbraio, che diventata inconsapevole spartiacque di un prima e di un dopo, specchio dell’anima di una citt che radicalmente cambiata nel corso di una notte.
 
Urlo di Rob Epstein e Jeffrey Friedman
(USA, 2010, 86’, col, b/n.)
Fotografia di Edward Lachman; montaggio di Jake Pushinsky; musiche di Carter Burwell. Con James Franco, Aaron Tveit, Mary-Louise Parker, Jon Hamm, Jeff Daniels. Produzione Werc Werk Works, RabbitBandini Productions, Telling Pictures, Radiant Cool
 
Nel 1955 alla Six Gallery di San Francisco, il giovane poeta Allen Ginsberg recita per la prima volta in pubblico quello che diventer il manifesto dell’intera cultura Beat americana: Howl - Urlo. Qualche anno dopo, in seguito alla pubblicazione del poema, l’editore Lawrence Ferlinghetti e Ginsberg vengono portati sul banco degli imputati in un processo che far storia. Howl accusato di veicolare contenuti osceni e di avere un dubbio valore letterario. Ma in sua difesa si levano le voci degli intellettuali americani.
 
Ho visto le migliori menti della mia generazione...” (Howl, Allen Ginsberg, 1955)
 
 
18 _ h 20.15
Selezione di cortometraggi dal concorso La danza in un minuto 2012
 
Spazio COORPI in collaborazione con Associazione Eclectica Danza Pozzo
Pina di Wim Wenders
(GER, 2011, 106’, col e b/n.)
Fotografia di Hlne Louvart; montaggio di Toni Froschhammer; musiche di Thom Hanreich. Con Pina Bausch, Regina Advento, Malou Airaudo, Ruth Amarante, Raine Behr. Produttore Gian-Piero Ringel, Wim Wenders
 
Wim Wenders e Pina Bausch si conoscevano da tempo, un’amicizia nata durante una rappresentazione del mitico Caf Mller a Venezia nel lontano 1985. Una folgorazione per Wenders, tanto da desiderare di realizzare un film con lei. Finalmente nel 2008 il progett decoll, con la scelta del repertorio da filmare (Caf Mller, Le Sacre du Printemps, Vollmond and Kontakthof), ma s'interruppe bruscamente un anno dopo con la morte di cancro della grande coreografa e ballerina tedesca. E il film con Pina divent il film per Pina.
 
Danzate, danzate, altrimenti siamo perduti!” (Pina Bausch)
 
 
 
 
marzo
 
 
4 _ h 20.15
Vinylmania. Quando la vita corre a 33 giri di Paolo Campana
(ITA/FR/GER, 2011, 75’, col.)
Musiche di Fa Ventilato; montaggio di Andrea Pierri. Produzione Stefilm
 
I dischi in vinile sono oggetti che non hanno mai perso la loro anima fino a diventare leggendari. Per semplice nostalgia degli appassionati? Per l’illusione di possedere la musica? Rappresentano il grido contro il fiume digitale privo di anima? Un viaggio da Tokyo a New York e poi Londra, Parigi e Praga, per incontrare trib di collezionisti, deejay, musicisti… Film ufficiale del Record Store Day 2012.
 
When You’re Strangedi Tom Dicillo
(USA, 2009, 86’, col e b/n.)
Fotografia di Paul Ferrara; montaggio di Micky Blythe, Kevin Krasny; musiche The Doors. Con Jim Morrison, John Densmore, Robby Krieger, Ray Manzarek. Produzione Wolf Films, Strange Pictures, Rhino Entertainment
 
When You’re Strange il primo film documentario che ripercorre la storia dei Doors, e in particolare quella di Jim Morrison, dal suo incontro con il tastierista Ray Manzarek nei corridoi della UCLA fino alla sua morte tragica avvenuta a Parigi nel 1971.
 
When you're strange, Faces come out of the rain, When you're strange, No one remembers your name” (People Are Strange, The Doors, 1967)
 
 
18 _ h 20.15
Frammenti dall'Archivio Nazionale Cinema d'Impresa
Economia e Sicurezza (Italgas, 1928, 4')
 
I corti di Piemonte Movie
ARMed di Alberto Viavattene
(ITA, 2011, 5’, col.)
Tre ladri e un bottino da dividere… e adesso inizia il difficile!
 
Spazio Moncalieri Giovane
In occasione della XVIII Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle Vittime delle Mafie
Alla luce del sole di Roberto Faenza
(ITA,  2005, 93’, col.)
Sceneggiatura di Roberto Faenza, Gianni Arduini, Giacomo Maia, Dino Gentili, Filippo Gentili, Cristiana Del Bello; fotografia di Italo Petriccione; montaggio di Massimo Fiocchi. Con Luca Zingaretti, Alessia Goria, Corrado Fortuna, Giovanna Bozzolo, Francesca Foti. Produzione Jean Vigo Italia
 
Palermo, quartiere di Brancaccio: Don Giuseppe Puglisi il parroco della chiesa del quartiere e si accorge ben presto che i bambini della zona sono coinvolti nella malavita e molti di loro hanno genitori mafiosi. Don Puglisi cerca di cambiare la situazione con gesti concreti dedicandosi al recupero dei ragazzi per sottrarli da un futuro grigio, diventando per una presenza scomoda, il simbolo del freno alla corruzione. Il 15 settembre 1993, nel giorno del suo 56esimo compleanno, verr ucciso dalla mafia.
 
Parliamone, spieghiamoci, vorrei conoscervi e sapere i motivi che vi spingono a ostacolare chi tenta di aiutare ed educare i vostri bambini alla legalit, al rispetto reciproco, ai valori della cultura e dello studio” (Don Pino Puglisi)
 
aprile
 
15 _ h 20.15
Frammenti dall'Archivio Nazionale Cinema d'Impresa
Chatillon - Vita al castello(Edison, 3', 1964)
 
I corti di Piemonte Movie
Nana Bob di Lucas Wild do Vale, Andrea Cristofaro, Francesco Nicol Mereu e Valentina Delmiglio. Produzione Centro Sperimentale Cinematografia - Sezione Animazione. (ITA, 2011, 4’, col.)
Pietro arriva alla meta tropicale dove si reca abitualmente per le sue vacanze e si procura dei giocattoli in giro per la citt...
 
Spazio Spazio Coordinamento Genitori Democratici "L. Malaguzzi"
Cercando Maria di Franco Diaferia
(ITA, 2012, 108’, col.)
Sceneggiatura di Franco Diaferia, Andrea Lionetti. Con Gilberto Idonea, Natasha Stefanenko, Paola Gassman, Vernon Dobtcheff, Yuliya Mayarchuk. Produzione Cineville Entertainment
 
Don Vittorio, incaricato da Monsignor Carminati, alla ricerca di Maria, una bambina dell'est Europa di 8 anni che fu ospite in Italia dei coniugi Parodi ma che poco prima del suo ritorno in patria (con il pretesto che la bambina sub violenze nel paese di origine) fu tenuta nascosta per 18 giorni provocando una crisi diplomatica internazionale. Cercando Maria, il prete s’imbatte in una serie di verit nascoste che scopriamo durante l'intervista che Simona Della Casa sta facendo a don Antonio, con l'intento di scrivere un articolo sulle conseguenze del disastro nucleare di Chernobyl, in concomitanza con gli eventi giapponesi di *censormode*ushima del Marzo 2011.
 
 
29 _ h 20.15
I corti di Piemonte Movie
On Airdi Demetrio Sacco
(ITA, 2011, 7’30’’, col.)
La Tv che non vedete e che non si fa vedere.
 
Spazio Biblioteca Civica Arduino
Il nome della rosadi Jean-Jacques Annaud
(FRA/ITA/GER, 1986, 126’, col.)
Soggetto di Umberto Eco (dal romanzo omonimo); sceneggiatura di Andrew Birkin, Grard Brach, Howard Franklin, Alain Godard; fotografia Tonino Delli Colli; montaggio di Jane Seitz; musiche di James Horner. Con Sean Connery, Christian Slater, Fahrid Murray Abraham, Michael Lonsdale. Produzione Neue Constantin Film, Cristaldifilm, RAI, France 3 Cinma
 
Nel 1327, alcuni terribili omicidi sconvolgono un’abbazia benedettina sperduta sui monti del Nord-Italia. Nel monastero dovr svolgersi un importante concilio francescano a cui chiamato a partecipare il dotto frate Guglielmo da Baskerville. Nel contempo, l’abate affida a Guglielmo le indagini degli omicidi in virt della sua esperienza di inquisitore. Il francescano, insieme al suo giovane novizio Adso da Melk, si ritrova in un ambiente ostile, un luogo pieno di cultura, ma anche oscuro e spaventoso, su cui dovr indagare prima dell'arrivo della Santa Inquisizione.
 
L'unica verit imparare a liberarci dalla passione insana per la verit.” (Il nome della rosa, 1980)
 
 
maggio
 
6 _ h 20.15
I corti di Piemonte Movie
Arithmtiquedi Giovanni Mura, Dalila Rovazzani (CSC - Animazione, Torino)
(ITA, 2010, 4’, col e b/n.)
La matematica: la mia peggior nemica!
 
Spazio Associazione Culturale Bravo Chi Legge
Nat e il segreto di Eleonoradi Dominique Monfry
(FRA/ITA, 2009, 76’, col.)
Sceneggiatura di Anik Leray, Alexandre Reverend; musiche di Christophe Hral. Produzione Lanterna Magica, Gaumont
 
Nathanal riceve un'eredit bizzarra dalla zia Eleonora: una biblioteca e tutti i libri che essa contiene. Ogni opera un pezzo originale e di notte gli eroi della letteratura per ragazzi escono dai loro libri. Natanal comincia a fare la loro conoscenza e capisce di essere destinato a ereditare il compito della sua antenata: proteggerli. Se per disgrazia questi dovessero lasciare quella biblioteca, le loro storie sarebbero dimenticate per sempre e loro svanirebbero con esse. Un giorno per i suoi genitori decidono di vendere i libri...
 
Gli uomini non possono vivere senza sogni.” (Nat e il segreto di Eleonora)
 
13 _ h 20.15
Frammenti dall'Archivio Nazionale Cinema d'Impresa
Olivetti japan Animazione(Olivetti, 1975, 1’), Olivetti M 20. Il personal computer italiano (Olivetti, 1981, 30”), 101 + Olivetti – Personal Computer – Formula One Perfomance (Olivetti, 1981, 30”)
 
Quando Olivetti invent il pc di Alessandro Bernard, Paolo Ceretto
(ITA, 2011, 52’, col.)
Fotografia di Paolo Rapalino; montaggio di Marco Duretti. Con Giovanni De Sandre, Gastone Garziera, Elserino Piol, Mario Bellini. Produzione Zenit Arti Audiovisive
 
Nei primi anni ’60 parlare d’informatica significava dire enormi, ingombranti calcolatori che la maggior parte delle persone erano pura fantascienza. Mentre il mondo sogna e teme l’oggetto del futuro, in un piccolo laboratorio dai vetri oscurati, negli stabilimenti Olivetti a Ivrea, quattro progettisti brevettano la Programma 101. La stampa americana definir questa macchina “the first desk top computer of the world”.
 
E’ vero non siamo immortali: ma a me pare sempre di avere davanti un tempo infinito. Forse perch non penso mai al passato. Perch non c’ passato in me.” (Adriano Olivetti)
 
I primi della lista di Roan Johnson
(ITA, 2011, 85’, col.)
Soggetto di Renzo Lulli; sceneggiatura di Davide Lantieri, Roan Johnson; fotografia di Tommaso Borgstrom; montaggio di Marco Guelfi. Con Claudio Santamaria, Francesco Turbanti, Paolo Cioni, Sergio Pierattini, Daniela Morozzi. Produzione Urania Pictures, Palomar
 
Questa una storia vera, successa il 1 giugno 1970. Dopo le manifestazioni degli studenti e gli scioperi, l'Italia a un bivio: da un lato ci sono ancora gli ideali del '68, dall'altra sta iniziando una cruenta lotta interna. A Pisa, nell'ambiente del movimento studentesco, arriva la notizia che sta per scattare un colpo di stato. Pino Masi, cantautore di estrema sinistra molto preoccupato e decide di lasciare il Paese. Quel giorno nella sua soffitta ci sono due liceali, Renzo Lulli e Fabio Gismondi, che accettano di partire con lui...
 
Quello che non ho una camicia bianca, quello che non ho un segreto in banca, quello che non ho sono le tue pistole, per conquistarmi il cielo per guadagnarmi il sole.” (Quello che non ho, Fabrizio De Andr, 1981)
 
officine piemonte movie
realt partecipanti
 
 
 
L’Associazione BRAVO CHI LEGGE stata fondata nel 1993 a Moncalieri da un gruppo di genitori ed insegnanti per diffondere tra i ragazzi, i docenti e le famiglie la conoscenza della letteratura per l’infanzia e l’amore per la lettura. Ogni anno, individuato un tema significativo, propone alle scuole cittadine laboratori, letture recitate, incontri con gli autori, occasioni di formazione per docenti, mostre didattiche e tante iniziative che culminano nella Festa del Libro per Ragazzi cui sono invitate tutte le famiglie.
 
 
La Biblioteca Civica A. Arduino di Moncalieri in un secolo, dal 1914 quando stata fondata a oggi, si trasformata da deposito di libri a mediateca e pinacoteca civica, mettendo a disposizione gratuitamente servizi e un patrimonio in sede di pi di 50.000 opere tra libri, giornali, dvd, cd, audiolibri. Attraverso la circolazione libraria dello SBAM, di cui uno dei cinque poli d’area, il patrimonio a disposizione dei cittadini di circa 800.000 volumi. In biblioteca inoltre si pu navigare in internet anche con il wi fi e partecipare a corsi, mostre e attivit culturali per adulti e bambini. Il cinema una delle specializzazioni della biblioteca: oltre ai corsi tematici potete trovare 2377 tra dvd e VHS, di cui 2144 film, e 715 libri di cinema.
 
 
Il Coordinamento Genitori Democratici una associazione di volontariato fondata da Gianni Rodari nel 1976. Il CGD aperto a chi interessato ad approfondire le tematiche relative all'infanzia e all'adolescenza, a sviluppare azioni che migliorino le loro condizioni di vita ed a riflettere sui metodi educativi migliori per i propri figli. Il CGD “L. Malaguzzi” da oltre quindici anni ospita in famiglia, per un mese, venti bambini bielorussi per una vacanza terapeutica e sanitaria.
 
 
COORPI - Coordinamento Danza Piemonte nato dall’esigenza di valorizzare l'eterogeneit delle espressioni coreutiche presenti sul territorio regionale, sostenerne lo sviluppo professionale e favorirne le sinergie. COORPI riunisce associazioni, come l'Associazione Eclectica Danza Pozzo di Moncalieri, e singole figure professionali che operano a vario titolo nel settore della danza. Attraverso il portale www.coorpi.org e la realizzazione di eventi, rassegne e incontri promuove la sensibilizzazione di nuovi pubblici e lo sviluppo di un approccio critico aperto nei confronti della danza quale espressione di una identit culturale e storica del territorio, affinch si acquisisca la consapevolezza di un patrimonio collettivo.
 
 
 
Moncalieri Giovane il sistema di risorse, spazi, opportunit e progetti voluto dall'Assessorato alle Politiche per i Giovani della Citt di Moncalieri. E' un laboratorio di aggregazione, protagonismo e cittadinanza che vuole sostenere i giovani nei loro percorsi di socializzazione, crescita, formazione, autonomia e imprenditivit.
Negli anni questa prospettiva ha coinciso con l'apertura e il consolidamento di spazi dedicati, la promozione di progetti, la riqualificazione di territori, il supporto alle traiettorie e all'esperienze innovative di gruppi e realt giovanili che hanno reso Moncalieri pi viva, sicura e abitabile.
 
 
Il Moncalieri Jazz Festival entra nel vivo della quindicesima edizione, quindici anni di proposte musicali, e non solo che hanno collocato la manifestazione tra le pi originali, innovative e variegate del panorama nazionale e internazionale. Il Festival organizzato dall’Associazione C.D.M.I. di Moncalieri. Le scelte artistiche, culturali, musicali portano a Moncalieri i massimi esponenti mondiali della musica jazz confermando il Festival tra le pi innovative ed originali a livello internazionale. Questo progetto culturale, mira a consolidare la leadership della citt di Moncalieri a livello regionale e la pone a livello nazionale ed internazionale come uno dei festival jazz in cui esibirsi diviene sinonimo di crescita artistica, come pi volte confermato dalle richieste che gli stessi musicisti jazz fanno pervenire al Moncalieri Jazz Festival.
 
 
Suonala ancora, Sam, il programma cinematografico di Sonikawebradio, seguir tutte le proiezioni del cineforum di Piemonte Movie.
Una liaison naturale: la trasmissione dedicata alla musica nei film e prova dunque una corrispondenza di amorosi sensi per una rassegna di film sulla musica. Sar una bella sfida per i conduttori, Cristina Nebbia e Davide Larocca, avvezzi ad una vita fatta di pantofole di feltro e coperte sulle gambe, cimentarsi con il mondo del rock; fortunatamente, saranno assistiti dagli altri conduttori di Sonikawebradio, tra cui i due di “Rock History”, Dock Rock e B.B. Simon, autori della rubrica “Il rock fatto pellicola”. Insieme, seguiranno dal vivo le serate, ospiteranno ai microfoni i registi e, ovviamente, faranno ascoltare i pezzi dei grandi della musica.
 
 

Relativo a..

Prossimi Eventi

Eventi del sito

sabato 21-ott-2017 -
domenica 22-ott-2017
sabato 28-ott-2017 -
domenica 29-ott-2017