VIGNALE MONFERRATO FESTIVAL

domenica, 17 maggio 2015 - 09:43

 

VIGNALE MONFERRATO FESTIVAL

Danza, circo e ballo a Vignale e Casale Monferrato

27 giugno – 18 luglio 2015

 

12 spettacoli 18 repliche in 4 weekend 2 prime nazionali

1 progetto site specific 10 giornate di alta formazione

 

Vignale Monferrato Festival – con la consulenza artistica di Gigi Cristoforetti – vuole caratterizzarsi sia per una proposta spettacolare scelta fra il meglio della creatività contemporanea sia per la realizzazione di percorsi di alta formazione, con un modello di programmazione in grado di valorizzare l’attrattività turistica del territorio. Il cartellone – in spazi aperti e chiusi (antiche dimore, teatri, piazze) - è articolato in quattro weekend - dal 27 giugno al 18 luglio -, ognuno dedicato ad uno specifico “linguaggio” dell’arte coreutica, con l'obiettivo di raccontarne contaminazioni e declinazioni e di incontrare pubblici differenti, attraverso una proposta artistica e formativa di livello internazionale.

 

Lo sforzo comune che ci conduce verso un nuovo progetto qual è Vignale Monferrato Festival è il frutto del lavoro di soggetti diversi, e non va inteso, per quanto mi riguarda, come una “direzione artistica” canonica – dichiara Gigi Cristoforetti.

Non c’è un interesse per dimensioni autoriali, in questo numero zero di Vignale Monferrato Festival. C’è il desiderio di una comunità che si riconosce nella storia di un festival che è stato importante, c’è la volontà di una Regione che cerca di immaginare sviluppo e crescita dei progetti in una nuova e sostenibile visione, che abbia al centro la qualità e la capacità di rivolgersi a tutti. E c’è un tentativo immaginare un’identità nuova, costruita su uno spazio da valorizzare, Palazzo Callori. Uno spazio che offriremo ad una scoperta diffusa grazie al progetto site specific di Roberto Zappala, che ne attraverserà le magnifiche stanze. Da qui si diramerà l’energia del circo contemporaneo e del tango, raggiungendo anche la piazza e altri spazi vivi di Vignale. E nel cortile d’onore collocheremo quest’anno lo spazio scenico principale di Vignale, mentre a Casale, che partecipa alla fondazione di questo nuovo progetto, utilizzeremo il Teatro. Progetto semplice e offerto a tutta la comunità, Vignale Monferrato Festival già quest’anno attribuisce una “carta bianca” sul tema del tango a Elisa Guzzo Vaccarino, e in futuro sarà sempre più una piattaforma aperta a molteplici spunti creativi.

 

Il 2015 rappresenta l’edizione zero di un progetto ambizioso che punta a rilanciare la vocazione di un territorio che ha tradizioni antiche: ad inaugurare il palcoscenico allestito nella suggestiva terrazza di Palazzo Callori di Vignale sarà la giocoleria danzata ispirata a Pina Bausch della nota compagnia inglese Gandini Juggling, fondata dal giocoliere di fama mondiale Sean Gandini, con lo spettacolo Smashed. Nei pomeriggi di sabato e domenica in collaborazione con il Festival di Mirabilia sono previste performance di circo contemporaneo urbano con Circo Pacco, Cadute dalle nuvole e Tony Clifton Circus.

Il secondo weekend, affidato all’esperienza di Elisa Guzzo Vaccarino, sarà dedicato al tango, con lo spettacolo La Catedràl della compagnia Naturalis Labor, con un formidabile cast di danzatori contemporanei e tangueros (3 luglio). Alla replica a Palazzo Callori seguirà una milonga nei giardini, aperta a tutti; sabato 4 luglio Monfertango un’intera giornata a Casale Monferrato spazierà tra incontri, laboratori, maestri di ballo con in chiusura una grande festa in piazza Mazzini.

Terzo appuntamento (10 e 11 luglio) con il coreografo Roberto Zappalà che lascerà il suo segno creativo con la performance site specific Vestire lo spazio nelle stanze e giardini di Palazzo Callori.

Gli ultimi appuntamenti saranno dedicati alla danza israeliana. Il teatro Municipale di Casale Monferrato - uno dei più significativi teatri storici del Piemonte – ospiterà il 14 luglio in prima nazionale Ocd Love, nuova creazione della acclamata coreografa Sharon Eyal (già artista residente della Baatsheva Dance Company) con la sua compagnia L-e-v. Sarà nuovamente Palazzo Callori ad ospitare le perfomance dei danzatori israeliani Idan Sharabi & Dancers, con lo spettacolo Ours, vincitore del premio Copenhagen International Choreography Competition 2014, e Six Years Later di e Roy Assaf in un doppio appuntamento nella stessa serata, il 17 e 18 luglio.

I weekend di programmazione saranno affiancati da una proposta formativa diretta dagli stessi artisti presenti in cartellone, qualificando il festival anche dal punto di vista dell’alta formazione. Ognuno dei quattro appuntamenti sarà infatti accompagnato da una settimana di alta formazione per danzatori, affrontando il tema dedicato a ciascuno.

Il progetto prevede inoltre l’avvio di un percorso sperimentale di Campus estivi settimanali per bambini e ragazzi, dedicati alle diverse discipline dello spettacolo dal vivo, con il duplice obiettivo di offrire un importante servizio alla comunità e alle famiglie e di avvicinare i più piccoli alla conoscenza delle arti performative. La ricettività per allievi degli stage e spettatori sarà garantita da accordi con enti di promozione territoriale, anche attraverso l’offerta di specifici pacchetti turistici (in grado di raggiungere un pubblico ampio ed eterogeneo, compreso il bacino legato ad Expo). Nelle giornate di festival sarà inoltre aperto uno spazio dedicato ai prodotti tipici del territorio nelle sale di palazzo Callori.


COORPI
http://www.coorpi.org/article.php/2015051709430215