Registrati Ora!
Entra
Benvenuto su COORPI
venerd, 24 marzo 2017 - 03:12
Condividi

COORPILa danza in 1 minuto a Bolzano Danza 2015

Bolzano Danza apre i battenti al Teatro Comunale luned 13 luglio e promette di stimolare ancora una volta la curiosit del suo appassionato pubblico.


Anche quest'anno, per la sezione Video&Dance, prosegue la partnership di Bolzano Danza con Coorpi – Coordinamento Danza Piemonte e con l’archivio Cro.me – Cronaca e Memoria dello Spettacolo di Milano, attraverso la programmazione di opere di video danza d’autore e documenti storici. Per tutta la durata del festival il foyer del Teatro Comunale ospiter la proiezione di alcuni dei migliori lavori di videodanza che negli ultimi anni sono transitati e dal contest italiano La Danza in 1 minuto, promosso da Coorpi, assieme ad opere provenienti dal prestigioso archivio milanese, declinati secondo il tema dell'edizione 2015 del festival: l'identit di genere.

 


Il primo, atteso, appuntamento con la grande danza internazionale prevede l’ospitalit del Ballet de l’Opra National du Rhin, storica compagnia alsaziana diretta dal bolzanino Ivan Cavallari.

“Silk”, Teatro Comunale, h 21. Incontro con Ivan Cavallari, Foyer Teatro, h 20.
Ivan Cavallari (Bolzano 1964) torna dunque in citt da direttore di una delle compagnie pi importanti d’oltralpe. Una carriera la sua dal respiro internazionale che lo vede danzare alla Scala di Milano dopo il diploma e il perfezionamento al Bolshoi di Mosca, e poi allo Stuttgarter Ballett, compagnia dove raggiunge la vetta della carriera di un ballerino: Marcia Hayde lo nomina infatti toile nel 1991. Come coreografo ha creato per il Balletto di Stoccarda e per l’Opera di Hannover, il Mannheim Ballet, il Wiener Staatsballett e per il Liaoning Ballet in Cina, ma ha dedicato anche parte del suo tempo a rimontare i principali balletti di John Cranko, di cui stato interprete, al Royal Ballet di Londra, alla Scala di Milano, al Balletto dell’Opera di Praga, all’Opera di Roma, al Balletto Reale Svedese. Ha diretto dal 2007 al 2012 la Western Australian Ballet Company e da gennaio 2013 direttore del Ballet de l’Opra National di Rhin, compagnia di lunga tradizione creata nel 1972, riconosciuta ambasciatrice della danza accademica e neoclassica in Francia e nel mondo. Alla sua guida danzatori e coreografi illustri a partire da Jean Babil, primo direttore dell’ensemble, Denis Carey, Peter Van Dyk, Jean Seralli, Jean- Paul Gravier e Bertrand d'At.
Lunga anche la lista di coreografi che hanno tracciato la storia del Ballet du Rhin – compagnia attualmente composta da 33 danzatori stabili di solida formazione accademica – che ha la versatilit stilistica dei grandi ensemble e la forza propulsiva ed emotiva di una grande famiglia. Da Bournonville a Heinz Spoerli, passando per George Balanchine, Jiř Kylin, Maurice Bjart, William Forsythe e Lucinda Childs il repertorio del Ballet du Rhin non trascura neppure i grandi classici come La Sylphide o Giselle e iconoclastiche riletture di balletti della tradizione come le versioni di Casse-noisette e Copplia firmate dal coreografo norvegese Jo Strmgren.
Il programma proposto a Bolzano Danza si intitola Silk (Seta) e prevede quattro coreografie firmate da quattro nomi di punta dell’attuale panorama coreografico mondiale: Benjamin Millepied, direttore del Balletto dell’Opra de Paris, Stephan Thoss, direttore del Balletto di Wiesbaden, Aszure Barton, direttrice della Aszure&Artists e dallo stesso Ivan Cavallari.
Without di Benjamin Millepied un brano per 10 danzatori su musica di Chopin, compositore molto amato dal coreografo, che riproduce nei corpi l’atmosfera romantica del grande pianista. Una danza sensibile costruita su una tecnica classica brillante, e lirica al tempo stesso, declinata in cinque passi a due. Nata originariamente per Dances Concertantes, la prima compagnia americana di Millepied, Without ha debuttato nel 2008 al Joyce Theatre di New York City e successivamente entrata nel repertorio del Balletto del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo.
Ombra leggera di Ivan Cavallari un passo a due ispirato all’aria dell’opera Dinorah di Giacomo Meyerbeer interpretata da Maria Callas. Coreografia creata per il West Australian Ballet, il brano evoca un dialogo con l’ombra. Originariamente nata come assolo per Daryl Brandwood che interagiva con le proiezioni su uno schermo, la coreografia successivamente diventata un duetto ed parte di una trilogia di lavori che Cavallari ha ideato su arie interpretate dal grande soprano.
Bolro di Stephan Thoss coniuga l’idea di abbandono passionale e parossistico della partitura di Ravel con l’universo apparentemente pi calmo di 6 signore (presumibilmente di una certa et) che si incontrano di nascosto in un caff e, coltivando le loro piccole abitudini, si trovano a esplorare una vivacit inattesa.
Untouched di Aszure Barton, per 12 danzatori, esplosione di ritmo e contrattempi. La coreografa canadese conduce gli spettatori in un neoclassicismo malizioso e commovente dove danza e musica (brani di Njo Kong Kie, Curtis Macdonald, Ljova), diventano complici inseparabili.
 
 

Prossimi Eventi

Eventi del sito

venerd 24-mar-2017