Registrati Ora!
Entra
Benvenuto su COORPI
domenica, 24 settembre 2017 - 07:09
Condividi

SpettacoliAterballetto inaugura Palcoscenico Danza al Teatro Astra

Inaugura gioved 26 gennaio Palcoscenico Danza, la stagione dedicata all’arte coreutica inserita all’interno del cartellone di Fondazione TPE, con la direzione artistica di Paolo Mohovich. L’apertura della rassegna affidata ad un importante ritorno sul palcoscenico del Teatro Astra di Torino: Aterballetto, la pi importante compagnia di produzione italiana di danza, inaugura quest’edizione con un lavoro che manifesto dello stile della compagnia, a cavallo tra innovazione e tradizione. Aterballetto, sotto la direzione artistica di Cristina Bozzolini, si pone l’obiettivo di proporre nuovi autori affiancandoli ad alcuni nomi di fama internazionale, offrendo un repertorio di danza formalista e di balletto contemporaneo. Per Palcoscenico Danza andranno in scena in una sola serata: il recente e apprezzatissimo lavoro dal titolo L’Eco dell’Acqua di Philippe Kratz, giovane coreografo nato in seno ad Aterballetto, che si rif alla terribile vicenda dell’abbattimento di un aereo civile da parte di un missile militare nei cieli ucraini;14’20’’ del grande Jiř Kylin, un pezzo sull’idea del tempo come invenzione degli esseri umani; Rain Dogs, uno dei capolavori di Johan Inger, recentemente insignito del Benois de la Danse come miglior coreografo, il “premio Oscar” della danza internazionale.


Altri otto appuntamenti, sei dei quali in prima nazionale, compongo tra gennaio e maggio il resto del programma, distribuito tra il Teatro Astra, la Casa del Teatro Ragazzi e Giovani e la Lavanderia a Vapore di Collegno. Ospite speciale, il 22 e 23 marzo, l’importante ensemble del Balletto del Teatro Nazionale di Saarbrcken riporta in scena una creazione di Ohad Naharin ideata nel 2009 per la Batsheva Dance Company; tre assoli di tre grandi danzatrici, Marta Reig Torres, Cristiana Casadio e Jone San Martin, vanno invece a costruire l’evento speciale Dance Ladies (18 febbraio). Dalla Spagna la Thomas Noone Dance prodotta dal Mercat de Les Flors presenta Medea (21 e 22 aprile): in apertura della seconda serata di replica, in collaborazione con Interplay / MosaicoDanza, un breve formato a firma Francesca ColaSosterr le ragioni della leggerezza.Agor Coaching Project porta in scena tre pezzi coreografati da Paolo Mohovich, Michele Merola e Gustavo Ramrez Sansano (9 febbraio), mentre C.ie Zerogrammi presenta uno dei primi successi della compagnia INRI (5 e 6 maggio), una riflessione su identit e fede. Come tutti gli anni lo spettacolo di Eko Dance International Project (2 e 3 marzo) ideato appositamente per Palcoscenico Danza in una serata composta da pezzi brevi, quasi tutti in prima assoluta, creati per i talentuosi giovani della compagnia da coreografi affermati. Dalla scorsa edizione stata creata da Paolo Mohovich e dalla direttrice Pompea Santoro l’iniziativa MADE 4 YOU, che prevede un aiuto economico alla produzione per un autore giovane particolarmente meritevole. Quest’anno la scelta ricaduta su Diego Tortelli. Insieme alla sua creazione saranno presentati i lavori di Paolo Mohovich, Simona Ficosecco, Alessio di Stefano, Massimilano Volpini e delle cubane Laura Domingo e Sandra Ramy, nell’ambito di CUBITA – Progetto di scambio coreografico Italia-Cuba a cura di Elisa Guzzo, che ha visto una prima tappa alla Lavanderia a Vapore lo scorso settembre. I vincitori del bando internazionale Permutazioni ideato da Cie Zerogrammi, progetto realizzato in collaborazione con Fondazione Piemonte dal Vivo e Universit degli Studi di Torino, saranno come da consuetudine ospiti di TPE in un evento pensato in collaborazione con il festival di video-danza spagnolo FIVER (8 aprile): nella stessa serata i lavori dei coreografi selezionati dal bando insieme alle opere di video-danza premiate dal prestigioso festival spagnolo.
 
 
Ufficio Stampa Fondazione TPE
Matteo Rinaldini tel. 011.5119409 cell. 360.478728 e-mail: matteo.rinaldini@fondazionetpe.it
 
L’ECO DELL’ACQUA / 14’20’’ / RAIN DOGS
ATERBALLETTO
26 / 01 / 2017 – Teatro Astra, Sala Grande
 
L’ECO DELL’ACQUAcoreografia e ideazione scene di Philippe Kratz / musiche Federico Albanese, Jonny Greenwood, Howling, Arvo Prt, Sufjan Stevens, The Haxan Cloak / sound design OOOPStudio / costumi Costanza Maramotti e Philippe Kratz / luci Carlo Cerri
14’20’’ estratto/duo dall’opera 27'52'' coreografia Jiř Kylin / musica Dirk Haubrich (nuova composizione, basata su 2 temi di Gustav Mahler) / scene Jiř Kylin / costumi Joke Visser / luci Kees Tjebbes
RAIN DOGS coreografia di Johan Inger / musica Tom Waits / scene e costumi Johan Inger
/ luci Peter Lundin
 
Torna a Torino, e a Palcoscenico Danza, Aterballetto, la pi importante compagnia di produzione italiana di danza. Spetta a loro l’inaugurazione di quest’edizione della rassegna, con un lavoro che manifesto dello stile della compagnia, a cavallo tra innovazione e tradizione. Aterballetto, sotto la direzione artistica di Cristina Bozzolini, si pone l’obiettivo di proporre nuovi autori affiancandoli ad alcuni nomi di fama internazionale, offrendo un repertorio di danza formalista e di balletto contemporaneo. Per Palcoscenico Danza andranno in scena in una sola serata: il recente e apprezzatissimo lavoro dal titolo L’Eco dell’Acqua di Philippe Kratz, giovane coreografo nato in seno ad Aterballetto, che si rif alla terribile vicenda dell’abbattimento di un aereo civile da parte di un missile militare nei cieli ucraini; 14’20’’ del grande Jiř Kylin, un pezzo sull’idea del tempo come invenzione degli esseri umani; Rain Dogs, uno dei capolavori di Joahn Inger, recentemente insignito del Benois de la Danse come miglior coreografo, il “premio Oscar” della danza internazionale.
 
MADE IN ITALY 16.0
AGOR COACHING PROJECT
09 / 02 / 2017 – Teatro Astra, Sala Grande
 
danzatori Arianna Berton, Emiliana Campo, Franco Ciculi, Angelo D’Aiello, Giulia Di Stefano, Ilaria Ercolani, Filippo Franzese, Caterina Ghirotto, Gabriella Lemma, Lorenza Matteucci, Alessandra Menditto, Mattia Molini, Riccardo Papa, Martina Piacentino, Susanna Salvini, Chiara Tosti, Maria Teresa Vichi, Laura Volpe, Chiara Zincone
BACH CLAT coreografia, luci e costumi Paolo Mohovich, musica Johann Sebastian Bach,
realizzazione disegno luci Cristina Spelti, realizzazione costumi Nuvia Valestri
O FORTUNA coreografia Michele Merola, musica Carl Orff, luci Cristina Spelti, assistente alla coreografia Paolo Lauri
FLABBERGAST (estratto) coreografia, luci e costumi Gustavo Ramirez Sansano, musica Juan Garcia Esquivel, assistente alla coreografia Eduardo Zuniga
 
Bach clat  una sorta di omaggio del coreografo Paolo Mohovich alla musica di Bach e in particolare ai Concerti Brandeburghesi, su alcuni dei quali costruito il balletto: in diversi quadri indipendenti tra loro sono presenti la giocosit, l’intimit, la solennit e la dinamicit che si ritrovano anche nelle partiture. Per Agora Coaching Project il coreografo Michele Merola ha scelto invece alcuni brani rappresentativi dell’opera di Orff: i danzatori in scena diventano figure astratte che vengono mosse dal fato e dalla fortuna, che governano le sorti e i destini degli individui e del mondo. Il coreografo Gustavo Ramrez Sansano svela con umorismo e ironia gli stereotipi spagnoli, presentando una coreografia che energia pura, divertimento e voglia di vivere.
AGORA COACHING PROJECT  un progetto annuale di perfezionamento nella danza rivolto a danzatori di et compresa fra i 17 e i 24 anni, e si prefigge l’obiettivo di formare artisti pronti ad affrontare in maniera flessibile la variet del mercato internazionale della danza.
 
DANCE LADIES
18 / 02 / 2017 – Lavanderia a Vapore
ONE di e con Marta Reig Torres / HOME di e con Cristiana Casadio / OHITURAK di Jone San Martin
 
Una creazione per Palcoscenico Danza: tre assoli di tre grandi danzatrici che dopo una lunga e prestigiosa carriera con i pi grandi coreografi internazionali hanno intrapreso un loro percorso come autrici. In questa occasione coreografe di se stesse e con un importante background internazionale.
Marta Reig ha lavorato presso il Het Nationale Ballet (Balletto Nazionale Olandese) e presso il Ballet Gulbenkian. Il suo affascinante e misterioso assolo One ci parla della forza delle mente.
Jone San Martin stata una delle muse ispiratrici di William Forsythe. Ohiturak una creazione che vedremo in prima assoluta e si basa su un tappeto sonoro creato dai movimenti del corpo aiutato della tecnologia.
Il solo Home di Cristiana Casadio ruota invece intorno al concetto di “casa” come luogo fisico
e al tempo stesso metaforico. Cristiana Casadio, recentemente interprete di Picasso Parade al Festival Teatro a Corte 2016, torna a Palcoscenico Danza dopo il successo di Tangram presentato con Stefan Sing nella Stagione TPE 2011/2012.
Tre grandi artiste che vedremo insieme in questa occasione pi unica che rara.
 
PICCOLI CAPOLAVORI / MADE 4 YOU
EKO DANCE INTERNATIONAL PROJECT
02 - 03 / 03 / 2017 – Casa del Teatro Ragazzi e Giovani
 
HISTORIA DE UN ADIOS (2 marzo – progetto CUBITA) coreografia Laura Domingo
CUBANOLOGIA (3 marzo – progetto CUBITA) coreografia Sandra Ramy
CURSUS coreografia Diego Tortelli / direzione musicale Francesco Sacco
FLYKE coreografia Mats Ek / musica Flask Kvartet
NAIADES coreografia Paolo Mohovich / musica Henry Purcell, eseguita dal vivo da Cosimo Morleo (voce) e Fabrizio Fortunato (chitarra)
PRIMA DELL’ALBA coreografia Massimiliano Volpini / musica Tommaso Albinoni
TRAPPED coreografia Alessio di Stefano / musica Frederick Chopin
D STANZE coreografia Simona Ficosecco / percussioni eseguite dal vivo da Cristiano Marcello
 
Come tutti gli anni lo spettacolo di Eko Dance International Project creato appositamente per Palcoscenico Danza. Una serata composta da pezzi brevi, quasi tutti in prima assoluta, creati per i talentuosi giovani della compagnia da coreografi affermati o emergenti gi con esperienza internazionale. Dalla scorsa edizione stata creata da Paolo Mohovich e dalla direttrice Pompea Santoro l’iniziativa MADE 4 YOU, che prevede un aiuto economico alla produzione per un autore giovane particolarmente meritevole. Quest’anno la scelta ricaduta su Diego Tortelli. Insieme alla sua creazione saranno presentati i lavori di Paolo Mohovich, Simona Ficosecco, Alessio di Stefano, Massimilano Volpini e delle cubane Laura Domingo e Sandra Ramy nell’ambito di CUBITA – Progetto di scambio coreografico Italia-Cuba a cura di Elisa Guzzo. Come sempre avremo anche il piacere di vedere anche un lavoro di Mats Ek. Un’autentica festa della danza.
 
HORA
BALLETTO DEL TEATRO NAZIONALE DI SAARBRCKEN
22 - 23 / 03 / 2017 – Teatro Astra, Sala Grande
 
coreografia Ohad Naharin
danzatori Hope Dougherty, Yaiza Davilla Gmez, Yuki Kobayashi, Louiza Avraam, Jin Young Won, Melanie Lambrou, Dean Biosca, Marioenrico D’Angelo, Sal Vega Mendoza, Randolph Ward, Francesco Vecchione
musica Isao Tomita, Ryoji Ikeda
scenografia Avi-Yona Bue no, Amir Raveh
costumi Eri Nakamura
 
un vero onore per Palcoscenico Danza presentare questo lavoro di grande valore creato per la Batsheva Dance Company nel 2009 dal suo direttore, l’israeliano Ohad Naharin, uno dei pi grandi coreografi viventi. La parola “hora” sinonimo di danza collettiva: la danza vista come esperienza sensuale per un gruppo, un esempio chiaro del sistema di movimento Gaga creato dallo stesso Naharin. Non una tecnica e molto di pi di un metodo: una disciplina fisica che stimola a prendere consapevolezza del proprio corpo. Il Balletto del Teatro Nazionale di Saarbrcken, in scena a Palcoscenico Danza, la prima compagnia al mondo che ha avuto i diritti per rappresentare questo spettacolo.
 
FIVER / PERMUTAZIONI
08 / 04 / 2017 – Lavanderia a Vapore
 
realizzato in collaborazione con C.ie Zerogrammi / LUFT Casa Creativa
in collaborazione con Fondazione Piemonte dal Vivo / Universit degli Studi di Torino
 
Giunge alla terza edizione l’appuntamento che vede presentati nella stessa serata i lavori dei coreografi selezionati dal bando Permutazioni insieme alle opere di video-danza premiate dal prestigioso festival spagnolo FIVER. Permutazioni un bando internazionale al quale aderiscono ogni anno oltre un centinaio di artisti da tutto il mondo; le residenze avvengono presso LUFT Casa Creativa, sede di Cie Zerogrammi, compagnia ideatrice del progetto, e sono sostenute da Piemonte dal Vivo e dall’Universit degli Studi di Torino. Un esempio di sinergia del territorio a favore dei coreografi emergenti. Il festival FIVER di Logroo, capitale della Regione della Rioja in Spagna, invece uno dei pi importanti d’Europa nell’ambito del video-danza, forma artistica che unisce il linguaggio del cinema con quello della danza.
 
MEDEA
THOMAS NOONE DANCE
21 - 22 / 04 / 2017 – Teatro Astra, Sala Grande
 
coreografia e regia Thomas Noone / assistente alla direzione Nuria Martinez
composizione musicale Jim Pinchen / luci Peter Lundin
coproduzione Thomas Noone Dance - Mercat de les Flors-Barcellona Peter Lundin
 
Ispirata alla Medea di Euripide, una delle storie di tradimento pi drammatiche che siano mai state scritte, la creazione mette in scena l’amore e il disamore, l’ammirazione e il disprezzo presenti nel racconto del mito. I personaggi competono fra loro in una danza ricca, complessa e molto fisica che evidenzia un contrasto tra un forte dinamismo e una squisita fragilit e intimit. Questa creazione di Thomas Noone si aggiudicata nel 2015 il Premio de la Critca di Barcellona come miglior spettacolo di danza, assegnato dal Mercat de les Flors.
 
SOSTERR LE RAGIONI DELLA LEGGEREZZA
22 / 04 / 2017 – Teatro Astra, Sala Grande
 
ideazione e regia Francesca Cola / coreografie Francesca Cola, Tommaso Serratore / interpretazione Tommaso Borin, Tommaso Serratore
disegno luci Eleonora Diana / foto Giulia Martinelli
produzione La Piattaforma – Nuovi corpi, nuovi sguardi, VOLVON con il sostegno di Zerogrammi, Fondazione Piemonte dal Vivo, Scuola Elementare C.Nigra, Comune di Colleretto Castelnuovo, Spazio Baobab, Teatro Stalker
 
IN COLLABORAZIONE CON INTERPLAY/MOSAICO DANZA
 
In apertura della seconda serata di Thomas Noone, nell'ambito dei progetti realizzati a sostegno delle realt virtuose del territorio locale, sirinnova la collaborazione tra il festival Interplay/MosaicoDanza e Palcoscenico Danza. In scena un bambino e un danzatore.
Inizialmente il calcio che li unisce, il gioco che li mette alla prova, corpi paralleli che si muovono all’unisono ma non s’incontrano.
Poi le dinamiche cambiano, e i due protagonisti prima si sfiorano, poi si toccano, e infine s’intrecciano. a questo punto che lo studio acquista pi profondit, quando la differenza di forze si fa pi evidente, quando il grande si relaziona con il piccolo a passi lievi e mani leggere, quando lo solleva con la delicatezza di chi vuole proteggere.
 
INRI
C.IE ZEROGRAMMI
05 – 06 / 05 / 2017 – Teatro Astra, Sala Grande
 
una creazione di Stefano Mazzotta, Emanuele Sciannamea / con Stefano Mazzotta, Chiara Guglielmi / luci Stefano Mazzotta, Chiara Guglielmi
drammaturgia Fabio Chiriatti / musiche, costumi e scene Zerogrammi / produzione Zerogrammi
coproduzione Festival Oriente Occidente, La Piattaforma con il sostegno di Regione Piemonte
un ringraziamento a Dimora Coreografica
progetto partecipante a Anticorpi XL – Network Giovane Danza d’Autore con il contributo di Festival Interplay
 
Il tema intorno al quale ruota l’intera drammaturgia di INRI  la pratica della fede nella religione cattolica. I personaggi di questo racconto, dai colori grotteschi, paradossali, improbabili pur nella loro veridicit, si muovono sulla scena in un percorso temporale che imita quello della liturgia. Parlano di una religione dai tratti “meridionali”, che profuma di mandarini sui presepi, che risuona di bolero nelle piazze dopo le sacre processioni, una religione di docili vecchiette rosario-munite ancora bardate in nero, il cui Dio, dopo la benedizione nel luogo imputato, le raggiunge tra le cose domestiche. C’, nel loro mettere in danza le parole e il silenzio, una lingua del corpo in ostensione, una coreografia di passi, ora dolorosi, ora angelicati, giocata nella parodia di un bigottismo religioso e quotidiano che appartiene alla nostra cultura. C’ un universo sacro e profano, crudele e tenero, ironico e tragico nella liturgia di gesti, di genuflessioni sghembe, di posture scomode, di sgrammaticate maschere espressive che trasudano una goffaggine innocente. Nei dettagli di mani in preghiera alimentate da vorticosi e ipnotici roteamenti di bauschiana memoria; negli estatici fermo-immagine di bocche e occhi che ricordano la teatralit di Emma Dante. Nelle liturgie di gambe e braccia assurte a Crocifissione, e ad una barocca Deposizione, che rimandano a icone popolari. Ci sono suoni e voci di paese, di processioni di Madonne, di litanie e rosari profumati, di un Agnus Dei struggente sulle cui note la danza stordisce e ammalia. C’ il rumore della quiete mistica, e la sospensione del miracolo pregato; c’ l’isteria dei muscoli contratti e delle schiene scoperte, e infine dei due corpi esposti a denudamenti, che rivelano la vuotezza di una pratica religiosa sterile. C’ in tutto questo, infine, un senso d’attesa perenne, incolmabile, in quella terra desolata, eppure abitata di visioni, dell’anima bisognosa di spiritualit.”
 
Giuseppe Distefano | IL SOLE 24 ORE
 
 
ATELIER, INCONTRI E PRESENTAZIONI
 
 
CONOSCERE ATERBALLETTO / DETTO IN DANZA

La compagnia Aterballetto invita gli allievi delle scuole di danza ad un incontro – laboratorio
22 gennaio Lavanderia a Vapore h 15–17
Ingresso gratuito su prenotazione - in collaborazione con Piemonte dal Vivo in occasione di L’ECO DELL’ACQUA / 14’20’’ / RAIN DOGS
 
ATELIER “RE-WIND” Un lavoro tra poesia e danza a cura della poetessa LAURA FUSCO
con la partecipazione delle coreografe Cristiana Casadio, Marta Reig Torres 18 e 19 febbraio Teatro Astra (18.02 h 14-17 / 19.02 h 11-17)
Partecipazione: 70€ (+ 5 € biglietto d’ingresso per DANCE LADIES)
 
3 MASTERCLASS DI DANZA
Appuntamenti al Teatro Astra per professionisti e allievi di scuole di danza Partecipazione: 1 Masterclass 35 € / Pacchetto 3 Masterclass 90 €
10 febbraio h 10-13 – MASTERCLASS con MICHELE MEROLA in occasione di MADE IN ITALY 16.0
23 marzo h 10-13 – MASTERCLASS con STIJN CELIS in occasione di HORA

21 aprile h 10-13 – MASTERCLASS con THOMAS NOONE in occasione di MEDEA
 
INCONTRI CON I COREOGRAFI presso il Teatro Astra
26 gennaio h 19.45 in occasione di L’ECO DELL’ACQUA / 14’20’’ / RAIN DOGS
9 febbraio h 19.45 in occasione di MADE IN ITALY 16.0

23 marzo h 19.45 in occasione di HORA

21 aprile h 19.45 in occasione di MEDEA
 
INFO E ISCRIZIONI relazioniesterne@fondazionetpe.it / 0115119409
 
INFO & BOX OFFICE
 
ABBONAMENTI
ABBONAMENTO TEATRO A SCELTA: 4 spettacoli a scelta 46 euro

ABBONAMENTO A TEATRO IN 2: 3 spettacoli a scelta per 2 persone 57 euro
ABBONAMENTO OVER 60: 5 spettacoli a scelta 42 euro
GIOVANI UNDER 26: 4 spettacoli a scelta 28 euro
ABBONAMENTO A TEATRO CON CHI VUOI: 10 ingressi 95 euro

Questo abbonamento non nominale, si pu utilizzare da soli o con gli amici, per dieci spettacoli o per uno soltanto, fino ad esaurimento posti
 
TICKETS
INTERO: 21 euro
RIDOTTO: 15 euro
UNDER 26: 10 euro
Spettacolo di Capodanno: 55 / 50 euro
Maratona Onda Larsen: 25 / 20 euro
 
ORARIO SPETTACOLI
marted, gioved, venerd h 21
mercoled e sabato h 19
domenica h 18
 
INFO
TEATRO ASTRA (Via Rosolino Pilo 6, Torino)

dal marted al sabato h 16-19 tel. 0115634352 (chiusura estiva dal 3 agosto al 15 settembre)
INFOPIEMONTE
(Piazza Castello 165 - ingresso via Garibaldi, Torino)
tutti i giorni h 9-18
ON-LINE www.fondazionetpe.it
 
APERTURA CASSA a partire da un'ora prima dell'inizio degli spettacoli
 
SEDI
TEATRO ASTRA Via Rosolino Pilo 6, Torino
CASA DEL TEATRO RAGAZZI E GIOVANI Corso Galileo Ferraris 266, Torino
LAVANDERIA A VAPORE Corso Pastrengo 51, Collegno
 
tel. +39 011.5634352 / fondazionetpe.it / @StagioneTP

Relativo a..

Prossimi Eventi

Eventi del sito

sabato 30-set-2017 -
domenica 01-ott-2017
sabato 14-ott-2017