Oggetto: MOTORI DI RICERCA - INVITO ALLA CANDIDATURA

Inviato il: dicembre 17 2013 @ 03:18
Da: Cristiana Candellero

Content:

INVITO ALLA CANDIDATURA

Lavanderia a Vapore
MOTORI DI RICERCA
percorsi d’artisti fra coreografia e arti visive
a cura di Chiara Castellazzi
/ in collaborazione con il concorso per giovani artisti Autofocus (promosso da Vanni Occhiali e curato da Olga Gambari)
/ Un progetto di sconfinamento fra le arti che risponde alla vocazione multifunzionale dello spazio della Lavanderia. A un coreografo e a un’artista visivo selezionati sul territorio vengono offerti un’opportunità di confronto e crescita, un momento di apertura e discussione per dare propulsione ai motori che muovono la ricerca espressiva. Da due percorsi creativi, una residenza mirata e una possibile sintesi.

“MOTORI DI RICERCA”
DESCRIZIONE E OBIETTIVI
Si tratta di un progetto che non duplica formule già esistenti sul territorio, ma ne propone una nuova, ricettiva rispetto alle istanze degli artisti e attenta alle potenzialità multidisciplinari della Lavanderia a Vapore. Attualmente luogo di produzione (sede del Balletto Teatro di Torino) e rappresentazione per la danza (con un suo proprio cartellone internazionale), questo sontuoso spazio possiede tutte le caratteristiche per diventare, in prospettiva, un centro di riflessione artistica pluridisciplinare. In questa direzione si avvierà il lavoro di “Motori di ricerca”, volto a sperimentale una formula che valorizzi la condivisione e che stimoli il confronto sui motori che muovono la ricerca di artisti dai percorsi diversi, con la finalità di dare a questi una nuova propulsione che nasca dall’incontro.
“Motori di ricerca” è un progetto che integra:
residenza creativa condivisa di un coreografo/una compagnia di danza e di un artista visivo,
produzione di performance-spettacolo che sarà programmata nel cartellone della Lavanderia a Vapore (il 4 aprile 2014) e
esposizione negli appositi spazi della Lavanderia.
La residenza condivisa offrirà ai partecipanti un’opportunità di apertura e di confronto fra discipline e modalità espressive diverse.
Il luogo stesso della Lavanderia a Vapore (struttura dalla storia e dall’architettura marcanti ed evocative) verrà proposto ai partecipanti come filo conduttore per un interrogarsi comune e transdisciplinare su corpo - individuale e collettivo - e spazio - privato e pubblico.
La ricerca condotta dagli artisti dovrà portare nella direzione di una “produzione performativa” o “coreografia integrata dal lavoro dell’artista visivo” da presentare nella serata programmata in stagione.
L’esito del lavoro svolto in comune che verrà presentato al pubblico (anche in forma “in progress"Wink potrà avere connotazioni più performative o più vicine ai canoni della rappresentazione di spettacolo. L’artista visivo, inoltre, disporrà dello spazio espositivo della Lavanderia a Vapore per mostrare sue opere.
Nel corso della serata di performance, gli artisti incontreranno il pubblico in un ulteriore momento di confronto e di feedback sul percorso condotto in comune.
ASPETTI ORGANIZZATIVI
Per una settimana consecutiva – fra l’inizio di febbraio e la fine di marzo 2014 (a seconda delle esigenze degli artisti che verranno selezionati) – la Lavanderia a Vapore offre a un coreografo/una compagnia di danza e a un artista visivo una residenza creativa comune (da mattino a sera) che avrà una ripresa nei giorni 2, 3 e 4 aprile 2014, con una serata conclusiva aperta al pubblico (il 4 aprile) nell’ambito della stagione di danza 2013-2014 della Lavanderia a Vapore.
Per quella data, il coreografo/la compagnia di danza selezionato dalla Lavanderia a Vapore e l’artista visivo selezionato dagli organizzatori del premio Autofocus presenteranno al pubblico un esito performativo della ricerca creativa condotta in residenza. Il coreografo (eventualmente affiancato da danzatori da lui scelti) avrà la responsabilità di questa sezione del progetto, alla quale anche l’artista plastico darà un suo contributo nelle forme e nei modi che sortiranno dal lavoro svolto in comune (preferibilmente con la produzione di materiali che possano venire integrati nella performance-coreografia).
Per il percorso di confronto creativo e la serata conclusiva di “restituzione” pubblica il coreografo/la compagnia di danza – e l’artista visivo riceveranno dalla Lavanderia a Vapore un budget di 750 euro (al netto dell’IVA) ciascuno. Per la responsabilità della conduzione e per la rappresentazione della performance il coreografo/la compagnia di danza riceveranno 500 euro (al netto dell’IVA) aggiuntivi.
Durante tutto il periodo di residenza, gli artisti potranno usufruire del palcoscenico e/o della sala prove della Lavanderia a Vapore in orario diurno. Per la data della preformace-spettacolo e per un giorno di prove (da concordare con il responsabile tecnico) saranno a disposizione 1 fonico, 1 elettricista e 1 aiuto tecnico generico. In allegato dettaglio della dotazione tecnica.

INVITO ALLA CADIDATURA
Le compagnie di danza/i coreografi professionisti interessati a partecipare al progetto “Motori di ricerca” possono inviare la propria candidatura via mail all’indirizzo: info@ballettoteatroditorino.org con oggetto “Motori di ricerca” entro - e non oltre - il 20 gennaio 2014.
La candidatura deve essere di corredata di:

Un curriculum vitae dei componenti della compagnia/del coreografo
Una lettera di motivazione e/o una proposta di ricerca incentrata sulla riflessione sul corpo e lo spazio in relazione al luogo Lavanderia a Vapore
Un’indicazione di preferenza di date riguardo alla settimana di residenza
(Qualora i candidati non ottengano ricevuta di ritorno all’invio della propria documentazione presso l’indirizzo di posta elettronica sopra indicato, sono pregati di contattare telefonicamente la segreteria della Lavanderia a Vapore al numero: 011 4033800).
I richiedenti potranno essere convocati per un colloquio di approfondimento.
La scelta dei candidati verrà effettuata - a giudizio insindacabile - dai tre soggetti responsabili dell’organizzazione del progetto: Chiara Castellazzi (giornalista e coordinatrice di “Motori di Ricerca”), Loredana Furno (direttrice artistica della Lavanderia a Vapore e del BTT, Balletto Teatro di Torino) e Viola Scaglione (danzatrice e presidente dell’associazione Arte e Danza Teatro di Torino).
La compagnia di danza/il coreografo selezionati verranno resi noti entro il 31 gennaio 2014 tramite gli stessi canali utilizzati per l’invito alla candidatura.
Si allega scheda di dotazione tecnica della Lavanderia a Vapore.



Risposte:

COORPI - Forum
http://www.coorpi.org/forum/viewtopic.php?showtopic=870